24-09-2019

Feld72 complesso residenziale Maierhof vivere in comune con vista sulle montagne

Feld72,

Hertha Hurnaus,

Bludenz, Austria,

Residenze, Condomini,

In uno dei territori più amati dagli appassionati di sci alpino, quello della regione austriaca di Vorarlberg, a Maierhof vicino Bludenz lo studio d'architettura Feld72 ha recentemente completato il complesso residenziale omonimo. Il progetto valorizza sia il rapporto con il contesto naturale, attraverso spazi aperti con vista sulle montagne circostanti, sia la socialità tra gli abitanti attraverso spazi condivisi come la sala comune.



Feld72 complesso residenziale Maierhof vivere in comune con vista sulle montagne

Lo studio d'architettura Feld72 ha recentemente completato il complesso residenziale Maierhof che trae il nome dall'omonima località vicino Bludenz, nella regione austriaca di Vorarlberg. Siamo in uno dei territori più amati dagli appassionati di sci alpino, in una comunità dedita all'agricoltura, dove il paesaggio urbano è costituito da vecchie stalle, case unifamiliari ed edifici residenziali a più piani. Tutti elementi che gli architetti hanno deciso di valorizzare nel complesso residenziale. Il rapporto con il contesto naturale e urbano è infatti privilegiato attraverso una distribuzione degli edifici che crea spazi comuni aperti con vista sull'intorno e in particolare sulle montagne circostanti.

La volontà comune di committenti, enti locali e ovviamente degli architetti stessi, era che il progetto del complesso residenziale Maierhof diventasse un'occasione per valorizzare l'intero quartiere. Per questo motivo, attraverso iniziative pubbliche, i cittadini sono stati coinvolti attivamente nella definizione delle richieste da fare agli architetti. Attraverso questa partecipazione attiva è, per esempio, emersa la necessità di avere passaggi pedonali pubblici o di spazi aperti comuni.
Per il sito prescelto, un lotto triangolare di circa 8.500 mq, gli architetti di Feld72 hanno deciso di procedere suddividendo il volume in piccole unità, in modo analogo a quanto già fatto con successo in altri progetti edilizi altoatesini. In totale sono stati progettati otto edifici a tre piani che riprendono le proporzioni della preesistente Zürcherhaus e che a prima vista appaiono come cubi compatti e identici. In totale sono 67 appartamenti di varie dimensioni e 1 sala comune distribuiti nelle otto costruzioni. Ogni edificio è unico, le costruzioni si differenziano tra loro anche per l'orientamento e innescano in tal modo diverse relazioni visive con il contesto oltre a rafforzare l'idea di un villaggio. Elemento significativo e importante del progetto, è l'area esterna costituita da una serie di “vuoti” con diverse qualità spaziali, il progetto del verde e del paesaggio è stato realizzato in collaborazione con lo studio Gruber + Haumer. Gli architetti hanno prima di tutto eliminato le automobili, i veicoli possono accedere al parcheggio sotterraneo solo lungo il lato nord del lotto. I pedoni invece hanno l'accesso principale alla piazza nell'angolo Sud-Ovest, punto di contatto tra il complesso e il quartiere. Nella piazza gli architetti hanno inserito e reinterpretato elementi propri di questo spazio urbano come la fontana, il muro con giardino, ecc. Dalla piazza si accede al grande cortile verde comune a sei degli otto edifici, è questo lo spazio dedicato al gioco dei bambini, al parcheggio delle biciclette o alle riunioni. È un'area verde di tutto il quartiere, gestita in collaborazione con la città, così come la sala comune. Seguendo il percorso del cortile si trovano gli ultimi due edifici del complesso che creano uno spazio simile a un vicolo con a destra un parco giochi. Il prato con l'orto a uso della comunità, presente sul bordo orientale del lotto, completa il progetto e media il passaggio dall'insediamento residenziale ai campi aperti e al contesto naturale.

(Agnese Bifulco)

Location: Bludenz, AT
Completion: 2019
Client: Wohnbauselbsthilfe

Architects: Feld72 http://www.feld72.at
Landscape Partner: Gruber + Haumer
Project Partner:
Statik: Hämmerle – Huster
Bauphysik: DI Bernhard Weithas
Haustechnik: Wilu
Elektro: EWA St. Anton

Collaborators: Zsuzsanna Balla, Elisabetta Carboni, Marino Fei, Ana Patricia Gomes, Raphael Gregorits, Insa Luise Höhne, Adrian Judt, Hanna Kovar, David Kovařík, Nora Sahr, Alexander Seitlinger, Rebecca Sparr, Arjan van Toorenburg

GFA: 7.420 m²
Images courtesy of Feld72 photo by Hertha Hurnaus


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×