20-01-2016

Erick van Egeraat e il nuovo termovalorizzatore di Roskilde

Erick van Egeraat,

© Tim Van de Velde,

Danimarca,

Termovalorizzatori,

Design,

A Roskilde, un tempo capitale della Danimarca, sorge il termovalorizzatore progettato da  Erick van Egeraat, che trasformerà in energia i rifiuti di 9 comuni limitrofi. Nuovo landmark urbano, il termovalorizzatore di Erick van Egeraat si pone in relazione visiva con la cattedrale in stile gotico.



Erick van Egeraat e il nuovo termovalorizzatore di Roskilde

Una guglia di 97 metri svetta sull’edificio del nuovo termovalorizzatore di Roskilde, progettato dall’olandese Erick van Egeraat. Facile è il riferimento alla cattedrale cittadina, che è nota in tutto il mondo non solo per i suoi mattoni rossi, simbolo di un nuovo corso del Gotico, ma anche per i due pinnacoli gemelli in facciata.
Mentre l’estate scorsa tanto si parlava del termovalorizzatore progettato da BIG Bijarke Ingels Group, nei pressi della capitale danese, e del crowfounding avviato su Kickstarter per la costruzione della sua ciminiera (attualmente realizzata a livello di prototipo e in fase di sviluppo https://www.kickstarter.com/projects/smokerings/steam-ring-generator-for-worlds-cleanest-power-pla/posts/1383902), Erick van Egeraat aveva già ultimato il complesso di Roskilde. 
La Danimarca è una nazione decisamente all’avanguardia non solo dal punto di vista della sostenibilità dei propri manufatti, ma anche da quello della loro valorizzazione. Erick van Egeraat è riuscito a trasformare una stazione per la distruzione dei rifiuti in un punto di riferimento urbano e in un’architettura luminosa e attraente che non teme il rapporto con il più grande simbolo della città, patrimonio dell’UNESCO.

Commissionata dalla società di gestione locale dei rifiuti Kara/Noveren, in verità l’architettura di Erick van Egeraat possiede un alto valore metaforico che deriva dal suo scopo: essa trasforma con le tecniche più aggiornate il rifiuto della nostra produzione in energia, in elettricità, la stessa in cui si trasforma letteralmente l’opera del progettista danese. L’aspetto più interessante consiste in un rivestimento a doppia pelle che non si adatta semplicemente ai volumi tecnici della centrale, ma disegna un grande complesso tridimensionale dall’identità propria, che si staglia sul paesaggio con il protagonismo del landmark. Per chi percorre l’arteria autostradale verso Copenaghen, il termovalorizzatore che la fiancheggia risulta imponente, ma il colore bruno e le sue superfici raccordate e tuttavia non uniformi, fanno pensare a un elemento naturale, quasi un monte senz’alberi o una grande roccia brulla.
Questo effetto è il risultato di un doppio rivestimento, dove quello interno costituisce la protezione climatica e quello esterno in alluminio è trattato con fini estetici. L’intero manto bruno, che cambia colore nel tempo, è disseminato in modo irregolare di fori ottenuti al taglio laser che salgono sempre più fitti, fino a costellare l’alta torre di 97 metri che riveste la ciminiera. Il peso del volume massiccio si affievolisce così trasfigurandosi nella leggerezza del rivestimento. Ma lo spettacolo più sorprendente avviene di notte, quando si accendono tutte le luci installate tra i due strati di rivestimento. Celando infatti tutti i corpi illuminanti sotto la pelle dell’edificio, la luce si sfoga solo dai fori dell’alluminio, proiettando in lontananza l’immagine di un secondo firmamento.


E contrariamente a quanto accade per i complessi industriali, illuminati dall’esterno per ragioni di sicurezza, il termovalorizzatore di Roskilde brilla di luce propria, annullando la propria presenza per fare omaggio di nuove stelle al cielo notturno.

Mara Corradi

Architect: Erick van Egeraat
Project address: Håndværkervej 70, DK-4000 Roskilde (Denmark)
Client: Kara/Noveren 
Programme: new waste to energy plant including reception hall, waste bunker, silo, control room 
Gross floor area: 7400 sqm
Height: 97 m 
Light elements: 190 
Start competition design: 03-2008 
Start design: 03-2008 
Design phase: 2009-2012 
Construction time: 2011-2014 
Realisation: 09-2014 
Scope of work: full assignment 
Remarks: competition first prize, 2008 
Photographs: © Tim Van de Velde
Drawings by Erick van Egeraat


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature