30-01-2020

EAA Emre Arolat Architecture la Moschea Sancaklar a Istanbul l'essenza di uno spazio religioso

Emre Arolat Architects,

Cemal Emden,

Istanbul, Turchia,

Chiese & Cimiteri, Monumento,

A Istanbul Turchia, il progetto della moschea Sancaklar, realizzato dallo studio EAA-Emre Arolat Architecture e selezionato per il premio "RIBA Award for International Excellence" nel 2018, propone una visione contemporanea dello spazio religioso, rivisitando radicalmente le forme tipiche e consolidate del luogo simbolo della religione islamica.



EAA Emre Arolat Architecture la Moschea Sancaklar a Istanbul l'essenza di uno spazio religioso

Alla periferia di Istanbul, nel quartiere Büyükçekmece, la fondazione Sancaklar ha affidato allo studio EAA - Emre Arolat Architecture il progetto della moschea omonima. Il risultato è uno spazio contemporaneo che rivisita radicalmente gli spazi consueti di una moschea, offrendo ai fedeli un luogo evocativo e ispirato alla vera essenza di uno spazio religioso.
Il progetto è stato insignito dal Royal Institute of British Architects del RIBA Award for International Excellence 2018, un premio che l'istituzione britannica promuove con cadenza biennale e che nel 2018 è stato assegnato a venti progetti. Venti architetture realizzate in ogni parte del mondo e scelte come esempi di eccellenza del design, ambizione architettonica e significativo impatto sociale.

Con un progetto coraggioso, lo studio EAA - Emre Arolat Architecture ha rivistato completamente quelli che sono gli spazi di una moschea tradizionale. Gli architetti sono riusciti a dimostrare come si possono superare le convenzioni, dando nuove forme agli spazi religiosi nel rispetto del credo e in questo caso di un luogo simbolo per i musulmani. Un'architettura che dopo un'iniziale resistenza ha convito anche i fedeli più conservatori, trasformandoli in orgogliosi sostenitori del progetto. La popolarità dell'edificio nella comunità musulmana turca si è nel tempo accresciuta, tanto che la moschea Sancaklar è diventata meta di pellegrinaggi.
L'architettura sorge in un'area verde circondata da alte mura, una strada trafficata la separa dalle zone suburbane circostanti. Si crea quindi un netto confine tra il mondo esterno caotico e l'atmosfera più serena del parco che predispone alla dimensione spirituale della preghiera.
Il minareto, anch'esso interpretato in forme contemporanee, è l'unico elemento che segnala anche da lontano la presenza della moschea. Gli architetti hanno sfruttato la topografia del sito costruendo sul naturale pendio della collina, la moschea si fonde nel contesto del suo paesaggio, l'architettura diventa parte della natura. La lunga tettoia che si estende nel parco è l'elemento architettonico che individua l'edificio religioso, a cui si accede attraverso un percorso a tratti aspro, fatto di gradini di pietra grezza e fiori selvatici.
L'ingresso alla sala di preghiera è mediato da un cortile definito da una casa da tè, uno spazio comune e una biblioteca. La presenza di una vasca d'acqua bassa, le geometrie essenziali inducono a una calma riflessiva che prepara all'ingresso nella sala di preghiera.
La natura è evocata anche all'interno della sala. Gli architetti si sono ispirati alle grotte per progettare uno spazio semplice che esula da questioni formali e ricerca l'essenzialità. Un luogo suggestivo ed evocatico, dove i fedeli possono raccogliersi in preghiera e in un dialogo personale con Dio. La Qibla, la direzione della città di La Mecca a cui ogni fedele musulmano deve rivolgere le proprie preghiere, è individuata dalla parete con fessure e fratture che filtrano la luce del giorno e danno direzionalità allo spazio. Non potendo, per le convenzioni religiose, avere un unico ingresso per tutti i fedeli, gli architetti hanno progettato la sala su due piani. In questo modo le donne sono accanto agli uomini e di fronte alla Qibla, ma ne sono allo stesso tempo separate fisicamente e visivamente perchè sono su un livello leggermente superiore. Il soffitto della sala con i suoi profondi solchi concentrici, riunifica la totalità dell'assemblea e tende all'unità suprema.

(Agnese Bifulco)

Project: Sancaklar Mosque
Architect practice: EAA - Emre Arolat Architecture https://emrearolat.com/
Client: Sancaklar Foundation
Location: Büyükçekmece/Istanbul, Turkey
Internal area: 1.290 m²

Consultants
Structural Engineers: Balkar Engineeirng
Environmental / M&E Engineers: Setta Engineering / HB Electrical
Landscape Architects: Medosa
Lighting Design SLD: Piero Castiglioni
Acoustic Engineers: Sey Consulting
Calligraphy: Mehmet Özçay
Photos: Cemal Emden


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature