07-02-2007

Donnelly Gallery-Residence. Claudio Silvestrin.
Dublino. 2002

Claudio Silvestrin,

Dublino, Irlanda,

Housing, Gallery, Residenze,

Pietra, Legno,

E' una delle opere più rappresentative del linguaggio espressivo di Claudio Silvestrin, architetto che predilige il linguaggio della semplicità e della chiarezza, senza mai cadere nel banale o nel freddo



Donnelly Gallery-Residence. Claudio Silvestrin.<br /> Dublino. 2002
La ricerca di essenzialità e di un elegante minimalismo si riscontra anche nella selezione dei materiali: pochi ma oggetto di una scelta precisa. I pavimenti, infatti, sono in pietra di Lecce, mentre le porte sono in legno di rovere. Il colore dominante è il bianco, come in molte opere di Silvestrin, un colore che enfatizza ulteriormente le caratteristiche di luminosità, leggerezza, trasparenza dell'intera struttura.
Il risultato è uno spazio dall'atmosfera rarefatta e serena, che predispone all'osservazione e alla riflessione. Anche l'assenza di tutto ciò che può essere superfluo, dagli elementi decorativi all'arredamento, fa sì che l'attenzione si concentri sulle opere esposte, uniche vere protagoniste, insieme al disegno di questi spazi senza tempo.

L'impressione è quella di un edificio proteso verso il mare, in un dialogo costante e aperto con il paesaggio, in cui si fondono il mare, le rocce della scogliera isolata che ospita l'edificio e il verde della variegata vegetazione.
Il rigore, la sobrietà e l'ordine visivo, caratteristiche tipiche delle opere di Silvestrin, si incontrano qui in un equilibrio che affascina per la sua naturalezza.

Laura Della Badia

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×