10-11-2004

Dominique Perrault
Velodromo di Berlino

Dominique Perrault,

Berlino, Germania,

Sport & Wellness,

All'intersezione tra gli assi principali della città, il Velodromo di Berlino è, oggi, una struttura polifunzionale, ma è stato concepito come centro sportivo in vista delle Olimpiadi del 2000, andate poi a Sidney.



Dominique Perrault<br> Velodromo di Berlino La costruzione del complesso ha richiesto l'impiego di ottomila tonnellate di acciaio, ma circa metà di esse sono state ulilizzate per la sola copertura del velodromo.
Quest'ultima è alta 4 metri ed è composta da travi reticolari, per un diametro di 142 metri. Il suo interno ospita i locali per i servizi tecnici e una serie di passerelle necessarie per la manutenzione. L'intera struttura è sostenuta da 16 pilastri in cemento armato.
Il complesso sportivo, così concepito, è stato realizzato nell'area di Prenzlauer Berg, una collinetta il cui livello, più alto rispetto a quello medio della città, ha consentito di evitare la falda d'acqua che a Berlino è abbastanza alta (2,5 metri di profondità rispetto al livello del terreno). Tuttavia, per poter interrare l'intero complesso è stata richiesta un'ulteriore sopraelevazione, fino ad un'altezza di 5 metri. La profondità media dello scavo è stata di 13 metri, pertanto la superficie circolare, che emerge di un metro dal terreno, si trova a 13 metri rispetto alla base della hall.
Questo "disco" lucente lascia entrare lateralmente la luce naturale e costituisce, al contempo, l'aspetto più particolare e caratterizzante dell'intero complesso.
Laura Della Badia

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×