31-10-2002

Diller e Scofidio, La Brasserie
New York, 2000

Sport & Wellness, Bar, Ristoranti,

contemporaneo,

Legno, Vetro,

Gli architetti Diller e Scofidio hanno realizzato il ristorante "La Brasserie" in uno degli spazi più emblematici ed affascinanti di New York, alla base del Seagram Buiding realizzato alla fine degli anni '50 dall'architetto Mies van der Rohe.



Diller e Scofidio, La Brasserie<br> New York, 2000 Nella parte terminale, la superficie si piega fluidamente trasformandosi in una seduta continua.
Direttamente al centro di questa sala scende slanciata la lunga scala dai gradini in vetro che i clienti devono obbligatoriamente percorrere per accedere.
Sulla destra, addossati alla parete di fondo, una serie di piani inclinati rivestiti da vinile verde pallido, allo stesso tempo con funzione di séparé e schienali, creano sei nicchie ognuna delle quali è occupata da un tavolino e due divanetti. Sulla sinistra si trova la zona bar: il lungo bancone si staglia contro una superficie lattea luminosa verticale, che si comporta come un enorme espositore, in questo caso di bottiglie inserite orizzontalmente nel suo fondo; in alto, una fila di quindici schermi LCD trasmettono le immagini dei clienti che entrano, ripresi da alcune telecamere nell'atrio.
Questa non è l'unica installazione video, strumento al quale Diller e Scofidio sono affezionati: un'altra telecamera è puntata verso la strada e trasmette ininterrottamente su uno schermo a cristalli liquidi affisso nell'atrio.
Andando oltre il bancone si accede alla seconda sala, di superficie ridotta e allungata, con un aspetto decisamente più raccolto e meno pubblico: il soffitto abbassato si interrompe in una superficie di vetro inclinata, delimitata in basso da una panca continua color panna, che fa da sfondo ai tavolini sistemati secondo la sua lunghezza.
Questa parete luminosa è una realizzazione artistica dei due architetti chiamata "outkast" : i quadri traslucidi che ne caratterizzano la lunghezza nascondono delle figure visibili nitidamente solo con un'inclinazione perpendicolare.
L'intervento di Diller e Scofidio ha saputo realizzare uno spazio completamente nuovo nel difficile contesto di un edificio storico con un passato già celebre. I due architetti hanno realizzato un ambiente autonomo dal carattere deciso.
Gli spazi sono divisi in maniera netta senza inutili frastagliamenti o facili semplificazioni. I materiali, con il calore del legno rossastro e la luminosità del verde tenue e del panna, creano un'atmosfera accogliente e luminosa.
L'arredo è attentamente studiato, ogni componente è un'opera in sé ma mai eccessiva; l'attenzione ai particolari, dalle sedute, alle superfici, alle calibrate soluzioni scenografiche, rendono La Brasserie un luogo tanto elegante quanto contemporaneo, decisamente degno di accompagnare il Seagram di Mies nel XXI secolo.

Laura Puliti

Seagram Building
100 E 53rd Streeet
New York
N.Y. United States

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×