1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Diener & Diener

Diener & Diener


Biografia

Lo studio internazionale di architettura Diener & Diener, con sede a Basilea, assume questa denominazione nel 1980, quando Roger Diener (1950) entra ufficialmente nello studio del padre, Marcus Diener (1918-1999).
Attivo dal 1942, lo studio di Marcus Diener ha realizzato un numero smisurato di costruzioni (abitazioni, uffici, palazzi, cinema) tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Con l’ingresso di Roger e i suoi progetti realizzati assieme a J. Erb, D. Righetti, A. Rüedi e W. Schett, in pochi anni la “seconda generazione” dello storico studio acquisisce una dimensione internazionale. Oltre a Basilea, oggigiorno Diener & Diener Architekten ha un ufficio di progettazione anche a Berlino, con un team di circa 50 professionisti di diverse nazionalità.

Dieter Righetti (1946) fa parte dello studio dal 1985, mentre dal 2011 sono partner Terese Erngaard, Michael Roth e Andreas Rüedi.
Roger Diener affianca alla professione un’attività di docenza (1987-1994) presso l’Ecole Polytechnique di Losanna (EPFL), Harvard, Amsterdam e l’Accademia Reale di Copenhagen; dal 1999 al 2015 è stato professore all'ETH di Zurigo.

Specializzatosi in complessi residenziali urbani e grandi palazzi per uffici e attività commerciali “caratterizzati da volumetrie semplici e ispirati a un minimalismo in perenne tensione con lo spazio circostante” (Treccani), lo studio diventa famoso “con la costruzione di 4 complessi residenziali che completano la struttura storica del quartiere operaio di Kleinbasel, reinterpretando densità e committenza della tipologia del XIX secolo” (Bideau).

Già con le prime opere di Basilea, lo studio insegue una “ricostruzione grammaticale” (visibile anche nei palazzi di St. Alban e di Burgfelderplatz), conferendo “alle citazioni un forte potenziale linguistico, in modo da rileggere in maniera critica il contesto urbano in cui opera”.
Ne è un esempio il Palazzo per uffici in Hochstrasse (1988) dove “il linguaggio neomoderno cede il posto a un sistema espressivo minimalista”.
Seguono una serie di progetti (Palazzo Fides, Palazzo in Picassoplatz, Centro di formazione Sbv) in cui la tensione costruttiva, attuata soprattutto attraverso le particolari soluzioni su finestre e aperture, evidenzia la ricerca dello studio verso le tematiche plastico-morfologiche.

Con influenze italiane (A. Rossi, G. Grassi), gli interventi urbani di Diener & Diener sono volti a “conferire una presenza metafisica alla singola grande costruzione anonima”.
Si segnala anche la Galleria Gmurzynska a Colonia (1991) e la collaborazione col pittore Helmut Federle e l'architetto Gerold Wiederin per la sede della Novartis a Basilea (2005).

Il contesto in cui si colloca un edificio è inoltre prioritario nella loro mission. Nella fase di progettazione, lo studio si pone infatti "domande che vanno oltre la sola forma, cercando di stabilire una correlazione tra il progetto di costruzione e la coesione sociale della città. Le conclusioni di questo processo stabiliscono il quadro per l'architettura e la pianificazione urbana per il progetto specifico. Di conseguenza, il progetto di costruzione, o meglio la correlazione tra il programma di costruzione e il luogo, deve essere definita ogni volta ex novo".
Dagli anni Duemila, oltre a realizzare altri edifici residenziali, lo studio interviene con opere di ampliamento, tra cui spiccano quelle dell’ambasciata svizzera a Berlino (2002), della Galleria d’Arte Moderna a Roma (2004) e del Museo di Storia Naturale di Berlino (2010).

Roger Diener ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui la Grande Medaille d'Or de l'Académie d'Architecture de Paris (2002), lo Swiss Prix Award Meret Oppenheim (2009) e la Heinrich Tessenow Medal (2011).
Membro attivo della Commissione federale per la conservazione dei monumenti dal 2013 e membro del Baukollegium di Berlino dal 2014, Roger Diener ha inoltre presieduto giurie di importanti concorsi internazionali, tra i quali l'assegnazione del Kanal - Centre Pompidou a Bruxelles (2018), assegnato agli studi noAarchitecten (Bruxelles), EM2N (Zurigo) e Sergison Bates Architects (Londra).

Tra le mostre dedicate all’opera architettonica dello studio, si ricordano "From city to detail" (Londra, 1992), "Das Haus und die Stadt" (Lucerna, Zurigo, 1995) e "Diener & Diener - Architecture as urban development" a Monaco di Baviera (2005).
Una monografia dettagliata è uscita nel 2011, a cura di Roger Diener, Joseph Abram e Martin Steinmann, Phaidon Edizioni.
 
Diener & Diener opere e progetti famosi
 
- Uffici Swiss Re Next, Zurigo (Svizzera), 2017
- Maison Davidoff, Basilea (Svizzera), 2017
- Appartamenti, Champfèr (Svizzera), 2013
- House Rewers Rahbek, Falster (Danimarca), 2011
- Shoah Memorial Drancy (con E- Lapière e J.L. Cohen), Drancy (Francia), 2011
- Mobimo Tower, Zurigo (Svizzera), 2011
- Estensione dell’ala est, Museo di Storia Naturale, Berlino (Germania), 2010
- Music House, Monastero Benedettino Einsiedeln (Svizzera), 2010
- Novartis, Campus, Forum 3, Basilea (Svizzera), 2005
- Ampliamento della Galleria d’Arte Moderna, Roma (Italia), 2004
- Ampliamento dell’Ambasciata svizzera, Berlino (Germania), 2002
- Museo della Ruhr Zeche, Essen (Germania), 2002
- Complessi residenziali KNSM-Java-Island, Amsterdam (Paesi Bassi), 2001
- Centro Culturale PasquArt, Biel (Svizzera), 2000
- Migros Shopping Center, Lucerna (Svizzera), 2000
- Costruzione di immobili multifunzionali Neue Promenade, Berlino (Germania), 1998
- Complesso per abitazioni e uffici, Warteckhof, Basilea (Svizzera), 1997
- Abitazione in Rue de la Roquette, Parigi (Francia), 1996
- Centro di formazione Sbv, Basilea (Svizzera), 1994
- Complesso amministrativo Picassoplatz, Basilea (Svizzera), 1993
- Galleria Gmurzynska, Colonia (Germania), 1991
- Palazzo per uffici in Hochstrasse, Basilea (Svizzera), 1988
- Residenze multifamiliari St. Alban-Tal, Basilea (Svizzera), 1986
- Immobili sulla Hammerstrasse e sul Riehenring, Basilea (Svizzera), 1981-1985
 
Sito ufficiale
 
www.dienerdiener.ch

 

Correlati: Diener & Diener


Correlati

03-06-2020

PuccioCollodoro Architetti interior design Gran Cafè Torino a Palermo

A Palermo, in un importante edificio storico degli anni Venti del 1900 che sorge nei pressi della...

More...

02-06-2020

DROM trasforma una piazza monotona in un vivace spazio pubblico - Azatlyk Square

La nuova piazza Azatlyk di Naberezhnye Chelny, Russia, recentemente completata, è uno spazio...

More...

01-06-2020

Mario Cucinella Architects Nuovo Polo scolastico Campus KID San Lazzaro di Savena

Il progetto del Nuovo Polo scolastico Campus KID di San Lazzaro di Savena, realizzato dallo studio...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature