27-05-2019

Concorso ArchiCOTE 2019 Architettura in Costa Azzurra

Cannes, Côte d'Azur, France, Marsiglia, Francia,

Mostre,

Evento,

È giunto alla settima edizione il Concorso d'Architettura Contemporanea ArchiCOTE organizzato dal SACA e da COTE Magazine per promuovere l'architettura della Costa Azzurra. Il concorso è infatti riservato unicamente ai progettisti che esercitano nel dipartimento francese delle Alpes-Maritimes per opere realizzate nello stesso dipartimento e prevede diverse categorie.



Concorso ArchiCOTE 2019 Architettura in Costa Azzurra

Il Syndicat des Architectes de la Côte d'Azur (SACA), in collaborazione con la rivista COTE Magazine, ha bandito la settima edizione del Concorso d'Architettura Contemporanea ArchiCOTE. L'inziativa è rivolta a professionisti (architetti, fotografi) e studenti che operano nel dipartimento francese delle Alpes-Maritimes. Allo stesso modo sono candidabili al premio solo le opere realizzate a partire dal 31 dicembre 2014 in questa regione della Francia. Il fine del concorso, nato nel 2013, è proprio quello di celebrare e dare visibilità alle recenti opere d'architettura contemporanea realizzate in questo dipartimento francese.
L'edizione 2018 è stata vinta per la categoria: Logement Collectif da Erades & Bouzat Architectes (architetti Christophe Erades e Céline Bouzat), con l'opera Villa Cyrnos – 36 appartamenti di edilizia sociale a Vence; "less is more" da A-P-ARTs (Fabien Mauduit & Véronique Hours), con il progetto di alloggi a Pélavé in Corsica; “villa” (ora sostituita da abitazion individuali) è stata vinta da Atelier Verbauwen & Associés (Patrick Verbauwen) con la residenza realizzata a Forcalquiers. Infine per la fotografia d'architettura ha vinto Aldo Amoretti e per la sezione studenti Natacha Lay & Claire Benosa. È stato inoltre assegnato un premio all'architetto Michel Marot per l'insieme delle opere realizzate.
Per l'edizione 2019 il concorso prevede un premio per ognuna delle categorie (otto) in cui sono suddivisi i concorrenti: Logement individuel (abitazioni individuali), Logement collectif (abitazioni collettive), Projet (sono ammessi in questa categoria solo i progetti con permesso di costruire), Equipement (attrezzatura), Réhabilitation (ristrutturazione), Projet d’étudiant (progetto studenti), Photo d’architecture (foto d'architettura edifici, cantieri, dettagli architettonici e paesaggi costruiti …), “Less is more” l'affermazione inglese dell'architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe indica quei progetti dove un budget modesto non ha impedito la realizzazione di opere di grande valore architettonico. La giuria multidisciplinare, composta in prevalenza da architetti, potrà inoltre assegnare un “Premio Speciale della giuria”. Le opere vincitrici saranno annunciate in settembre nel corso di una cerimonia che si svolgerà a Nizza presso la Villa Arson, museo d'arte francese e istituto di ricerca per l'arte contemporanea. Saranno inoltre protagoniste di mostre e pubblicazioni nei mesi successivi. Tutti i vincitori riceveranno in premio: un'opera realizzata dall'artista ZED (David Zeller) autore dei trofei delle ultime sei edizioni.

Il concorso promosso dal SACA rientra di diritto in quel fermento creativo di festival e residenze d'artista che pervade la Costa Azzurra e che ha radici antiche. Tralasciando i grandi artisti delle arti visive che hanno legato i loro nomi a questi luoghi, da Matisse a Van Gogh, da Picasso a Jean Cocteau, per citarne solo alcuni, concentriamo l'attenzione sul mondo dell'architettura e del design. In Costa Azzura si sono moltiplicate negli ultimi anni le offerte di eventi legati al mondo del design unitamente alla possibilità di visitare residenze d'artista tornate agli splendori di un tempo. A Hyères, ad esempio, nella suggestiva cornice della villa Noailles si svolge annualmente dal 2006 il festival Design Parade. Tra le residenze storiche, ma di un passato recente, è possibile visitare la celebre villa E.1027 progettata da Eileen Gray sulla scogliera di Roquebrune-Cap-Martin con alle spalle il famoso Cabanon di Le Corbusier. Dopo anni di abbandono, circa quattro anni fa, lo stato francese ha restaurato minuziosamente la famosa residenza recuperando anche i mobili originali e restituendola alle visite del pubblico.

(Agnese Bifulco)

Informazioni regolamento del concorso e scheda di partecipazione disponibili su: www.archicote.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature