20-12-2019

Sfera in policarbonato per la Biblioteca Binhai di MVRDV

MVRDV,

Ossip van Duivenbode,

Tianjin Binhai, Cina,

Biblioteche, Mediateca,

Vetro, Plastica, Acciaio,

In un centro commerciale esistente gli architetti di MVRDV realizzano una imprevedibile biblioteca che da fuori sembra un occhio, grazie alla sua sfera in policarbonato posta nella piazza interna della hall



Sfera in policarbonato per la Biblioteca Binhai di MVRDV In un edificio semplice in vetro e acciaio lo studio MVRDV realizza il loro secondo progetto a Tianjin dal 2009, una biblioteca al cui interno si trova una sfera di policarbonato contenente, a sua volta, un piccolo auditorium.
La biblioteca Binhai di Tianjin nasce con l’obiettivo di attrarre quante più persone possibili. Così i progettisti hanno pensato di realizzare, nell’immaginario classico delle biblioteche, uno spazio dirompente, ovvero un luogo centrale visibile dall’esterno. Si tratta di una sfera in policarbonato a doppio guscio che racchiude un piccolo auditorium. Questa si integra nella facciata, a sua volta pensata in maniera tale da apparire come un grande occhio sulla piazza antistante. Un effetto ottenuto grazie alle schermature delle vetrate che degradano fino a raggiungere il risultato voluto.
Il resto dell’edificio, al suo interno, è raccolto attorno alla sfera, con lunghe e sinuose scalinate che sono allo stesso tempo scaffali e sedute, punti in cui poter leggere, definendo così una piazza coperta, un accogliente luogo cittadino aperto a tutti. Una visione molto distante dal potente silenzio che si trova generalmente nelle hall delle grandi biblioteche. Una quiete però rintracciabile nelle numerose stanze dislocate in ognuno dei cinque piani su cui si snoda il resto dell’edificio.
L’effetto scenografico, che dà la sensazione di trovarsi in un luogo di cultura, è dato dalle scaffalature che proseguono fino al soffitto dell’ampio volume attorno alla sfera. In questo caso però, mentre i libri sono posti fino agli scaffali raggiungibili dalle persone senza l’ausilio di scale aggiuntive, nei restanti, più alti, sono state poste delle serigrafie di libri stampate su lastre microforate di alluminio. In questo modo la sensazione è di essere letteralmente immersi in quello che, entrando nelle biblioteche, i lettori amano di più: i libri.

Fabrizio Orsini

Country: China
City: Tianjin
Year: 2017
Surface: 33700 m²
Programs: Educational, Cultural, Auditorium
Themes: Architecture, Public
Architect: MVRDV
Principal in charge: Winy Maas
Partner: Wenchian Shi
Design Team: Maria López Calleja, Kyo Suk Lee, Sen Yang, Marta Pozo, Chi Li, Ray Zhu, Angel Sanchez Navarro, Daehee Suk, Guang Ruey Tan, Xichen Sun, Michael Zhang, Mariya Gyaurova, Winy Maas, Antonio Luca Coco, Constanza Cuccato, Matteo Artico, Tomaso Maschietti
Concept design: Renske van der Stoep, Martine Vledder, Kyo Suk Lee, Gerard Heerink, Chi Li, Francisco Pomares, Nicolas Lee, Claudia Bode, Sharon Ship, Jaap Baselmans, Herman Gaarman, Hui Hsin Liao, Antonio Luca Coco, Constanza Cuccato, Matteo Artico, Tomaso Maschietti
Copyright: MVRDV, Winy Maas, Jacob van Rijs, Nathalie de Vries
Partners:
Co-Architect: Tianjin Urban Planning and Design Institute (TUPDI), Tianjin, China,
Lighting designer: Huayi Jianyuan lighting design
Images: Ossip van Duivenbode

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature