06-03-2020

Palacongressi ad Agordo in legno lamellare e reticolare

Studio Bressan, Studio Botter,

Simone Bossi,

Agordo,

Auditorium, Community Center,

Vetro, Legno,

Un Palacongressi ad Agordo presenta una struttura mista di legno lamellare e reticolare in grado di dialogare con le preesistenze tipiche delle valli bellunesi



Palacongressi ad Agordo in legno lamellare e reticolare Si trova ad Agordo il Palacongressi cittadino, un edificio di vetro con struttura in legno lamellare e reticolare.

Lo Studio Botter-Bressan di Agordo ha realizzato un edificio semplice, ma dalla struttura molto caratterizzante, ispirato alle costruzioni delle valli locali chiamate tabià.
L’esistenza di un edificio adiacente dove sono collocati vari servizi e uffici, ha fornito l’occasione di poter dare forma a un ambiente rettangolare di 6.400mq, privo quindi di altri ambienti accessori, in cui l’essenzialità degli interni dona sensazioni di vera grandezza, in quanto il perimetro è tutto vetrato e pare di essere immersi nella natura e non dentro a un edificio.
La scelta del legno è stata conforme ai materiali edilizi della zona, ricca di boschi di larici e abeti, che hanno ispirato la realizzazione di un rettangolo di 112x57metri per un’altezza interna di 14, questo perché dovrà essere il punto di riferimento culturale della zona e ospiterà eventi non solo congressuali, ma anche culturali. Infatti, essendo inserito in un’area di espansione urbanistica è un luogo di notevole importanza strategica per il territorio.
Pertanto, i progettisti hanno concepito un tetto a falde che salgono e scendono in maniera alternata, con una trave di cordolo in legno lamellare e travi in legno reticolare ortogonali a queste, con un passo di 6,40mt. Queste a loro volta poggiano secondo uno schema preciso, ovvero una sul pilastro, anch’esso in lamellare, e l’altra sulla mezzeria della trave di cordolo. Quest’ultima, di conseguenza, viene così aiutata strutturalmente dai due puntoni che terminano alla base del pilastro, mentre i giunti sono in acciaio, affogati nella fondazione a platea di cemento.
In questo progetto è interessante notare che le travi reticolari sono controventate con sbadacchi obliqui apparentemente esili, posti in testa e fra le travi di centro, in maniera alternata, cosa che sorprende, vista la luce di 57 metri che le travi devono coprire.
E poiché non vi sono piani interrati ed edifici vicini, le poderose forze verticali sono qui scaricate nel terreno con facilità, dando all’intera costruzione l’idea di essere un edificio relativamente piccolo e soprattutto leggero.



Fabrizio Orsini


Architetti: Studio Botter, Studio Bressan
Progettisti: Andrea Botter (1985), Emanuele Bressan (1985), Sandro Botter (1951)
Luogo: Agordo, Belluno - Italia
Completamento: 22/10/2018
Tipologia: Edificio polifunzionale
Superficie: 6.400 m2
Volume: 79.000 m3
Dimensioni: 112 m x 57 m x 14 m
Fotografie: Simone Bossi, Emanuele Bressan

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature