08-03-2019

L’Hospice Djursland di C.F. Møller, rivestito in rovere

C.F. Møller,

Adam Mørk,

Aarhus, Danimarca, Djursland,

Ospedali,

Rame, Vetro, Legno,

L’Hospice Djursland di C.F. Møller, è un edificio rivestito in rovere dalla pianta semicircolare che vuole abbracciare il paesaggio che si apre davanti a sé



L’Hospice Djursland di C.F. Møller, rivestito in rovere Le docili doghe di rovere che rivestono l’Hospice Djursland di C.F. Møller a Aarhus sono in perfetta mimesi con l’ambiente nel quale è inserito.
L’Hospice Djurland è un edificio molto esteso, poco meno di 2.000metri quadrati, ed è posto su una collinetta, pronto per abbracciare il paesaggio con la sua lieve forma ad arco. L’obiettivo di dare agli ospiti un’amabile accoglienza, unita a un confortevole senso di vicinanza fra gli appartamenti, è pienamente riuscito non solo dalla composizione curvilinea, ma anche dal legno di rovere che riveste le facciate e gioca visivamente per sembrare, a prima vista, una scontata costruzione di mattoni, mentre in realtà si tratta di corte doghe avvitate alla struttura.
La scelta dei progettisti è stata quella di porre in facciata il legno mediante supporti che ne tengono il filo esterno molto lontano dalla struttura, creando un chiaroscuro profondo con la parete, allo scopo di dare un senso di fragilità ai volumi con cui è composto l’Hospice, senza che ne perdano in forza espressiva.
Le viti che ancorano gli elementi alle zanche sono poste con cura, ma la facciata non sembra uscita da una fabbrica, bensì assemblata da un buon artigiano, preciso e umano, in linea con la sensazione di accoglienza necessaria ai suoi ospiti. Questo dettaglio, unito alle altre scelte progettuali, aiuta a migliorare la qualità della vita, tanto che l’esterno dona piacevolezza quanto l’interno, offuscando la tipica idea di struttura sanitaria a cui siamo abituati.
La struttura che poi regge l’edificio è in cemento armato, con setti e pilastri nascosti nelle murature, consentendo, in modo non scontato, di modellare i soffitti delle stanza e realizzare parecchie trovate al loro interno. Il tutto al fine di recuperare la luce da comodi lucernari posti ovunque ci fosse bisogno, dando così a ogni stanza un carattere diverso l’uno dall’altro.
La sorprendente vista verso la baia entra nell’edificio con tutto il suo paesaggio grazie alle sue vetrate, donando ai suoi ospiti delle attraenti viste e migliorando la vita al suo interno.

Fabrizio Orsini

Size : 1900 m² and an 90 m² extension (orangery and garage) - 15 beds, 2500 m² landscape
Competition: 1st prize in competition, 2006
Year of construction: 2006-2007, 2010-2011
Client: Den Selvejende Institution Ejendommen Hospice Djursland
Construction: CC Contractor
Engineer: COWI A/S
Architect: C.F. Møller Architects
Landscape: C.F. Møller Landscape
Cost: 5.4 K€

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×