01-03-2019

Le cupole di cemento del museo Amos Anderson art museum di JKMM a Helsinki

JKMM,

Mika Huisman, Hannu Rytky,

Helsinki, Finlandia,

Sale mostre, Musei,

Ceramica, Cemento,

Il nuovo museo ipogeo presso il centro commerciale Amos Rex dello studio JKMM rimodella la piazza, con la tecnologia semplice del cemento e una pavimentazione apppositamente studiata



Le cupole di cemento del museo Amos Anderson art museum di JKMM a Helsinki L’Amos Anderson art museum di Helsinki è un edificio ipogeo, il quale si mostra al pubblico grazie alle sue cupole in cemento armato che rimodellano la piazza situata dietro il centro commerciale omonimo degli anni ‘30.
Non era facile inserirsi con un museo vicino a un centro commerciale che dagli anni ‘30 è un punto di riferimento urbano, mettendosi alle spalle di una costruzione elegante come quella del Big Amos Rex. Però gli architetti dello studio JKMM hanno saputo essere allo stesso tempo provocatori e umili, inserendosi sotto il livello urbano, al fine di ridisegnare la tettonica della piazza retrostante all’Amos Rex. Il loro scopo? Creare gli invasi di luce che sono fondamentali per l’illuminazione naturale del nuovo museo.
La facciata dell’edificio infatti non esiste, pertanto l’ingresso misterioso con le sue scale è quanto di più attraente ci possa essere per coniugare le cupole che si vedono da fuori, sedurre il visitatore e accoglierlo al suo interno.
Ogni cupola è realizzata da due volte sottili, ognuna composta da vari strati, separat1 da 150mm di schiuma di vetro e 300/400mm di polistirene coibente e impermeabilizzante. La cupola interna è in cemento armato, il cui spessore di 200mm è costante, invece quella superiore, è di tre strati dei quali il più interno di 120mm è in cemento armato. Mentre a salire si alternano uno strato di 50mm di cemento di base e uno di 80mm di calcestruzzo, che corrisponde al fondo per posare lo strato di copertura con mattonelle di cemento, disegnate appositamente per il progetto che hanno forma circolare o trilobata, ricordando nel suo insieme lo skyline della piazza vista dall’alto.
Interessante come la ciminiera storica dell’impianto termico, che prima era un’abitante solitaria della piazza, ora sia un fulcro urbano maggiormente valorizzato, tanto da essere un comprimario architettonico di tutto l’assieme edilizio.

Fabrizio Orsini

Size of the planning area Building program 13 000 m2
Gallery, office and supporting back office spaces, commercial, technical and logistical spaces
Client Föreningen Konstsamfundet
JKMM TEAM Asmo Jaaksi leading architect, architect SAFA
Freja Ståhlberg-Aalto : project architect, architect SAFA
Katja Savolainen: project architect, architect SAFA

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×