06-12-2019

La Wiedemannsalen di Snøhetta in acciaio inox

Snøhetta,

Mark Syke, Ketil Jacobsen,

Lillehammer,

Cinema, Gallery, Musei,

Acciaio,

L'ampliamento del Lillehammer Art Museum e del Cinema realizzato dallo Sudio Snøetta è un edificio ispirato alle stelle cadenti tutto rivestito in acciaio inox



La Wiedemannsalen di Snøhetta in acciaio inox In Norvegia l’ampliamento del Lillehammer Art Museum e del Cinema attiguo realizzato da Snøhetta è caratterizzato da diversi spazi, di cui uno dei più particolari è il Wiedemannsalen, un luogo rivestito interamente in acciaio e dedicato all’artista Jacob Weidemann.
Concepito come un museo con cinema integrato nel 1964 dal suo ideatore Erling Viksjø, il Lillehammer Art Museum ha già goduto di un ampliamento nel 1994, sempre a opera degli stessi architetti. Ora restava da realizzare un ultimo passaggio, quello relativo a contenere la collezione dell’artista nazionale Jacob Weidemann. Un ampliamento piccolo, ma in linea con l’evoluzione dei musei contemporanei.
L’idea originaria era quella di creare un laboratorio d’arte per bambini e rendere gli spazi più seducenti alle diverse fasce d’età, fin dalle più giovani, ma al tempo stesso renderlo un luogo ancora più espressivo di quanto non fosse. Così accanto all’edificio museale, che contiene la collezione storica, l’ampliamento consiste in una comoda scatola di vetro e acciaio sopra alla quale poggia appunto il Weidemannsalen.
Si tratta di un volume cubico rivestito interamente in acciaio inox, scolpito lungo la sua superficie, in modo da apparire come precipitato dal cosmo a Lillehammer. Per ottenere un tale effetto la parte principale dell’edificio è composta da pannelli in AISI Inox 316 dello spessore di 2,4mm, sagomati uno a uno, e dalla superficie specchiata. Inoltre per non entrare in conflitto visivo con le ondeggiature dei piani di facciata, che di fatto non sporgono oltre i 25cm rispetto al filo di imposta dei pannelli stessi, le fughe sono state ridotte al minimo, tanto da essere percepite solo da uno sguardo molto attento. In questo particolare caso è interessante notare che le facciate sono state prefabbricate interamente in Cina.
Il progetto però contamina anche altri ambienti di questo complesso museale, in quanto il cinema ha guadagnato ben due auditorium, posti sotto la sala principale, mentre il giardino che collega tutte le costruzioni è stato realizzato dall’artista Bård Breivik, il quale aveva già lavorato in precedenza con Snøhetta.

Fabrizio Orsini

Architect: Snøhetta
Lillehammer Art Museum and Cinema Expansion Architecture & interior 2013 - 2016
Location, Lillehammer, Norway
Typology, Museum, cinema
Size, 1 700m2
Client, Lillehammer municipality

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature