28-12-2018

Crystal House di MVRDV: una facciata di mattoni di vetro.

MVRDV,

Amsterdam,

Showroom, Store, Edifici Commerciali,

Vetro,

I mattoni di vetro della Crystal House dei MVRDV che si mischiano a quelli in laterizio in uno sfumato insospettabile, sono più resistenti del cemento



Crystal House di MVRDV: una facciata di mattoni di vetro. Lo studio di architettura olandese MVRDV ha realizzato un edificio coniugando tradizione e modernità, usando e mischiando mattoni di vetro e laterizio, al fine di dare corpo a una progressiva sfumatura verso l’alto.
L’edificio voluto da Warenar, come flagship building per le future operazioni immobiliari, doveva essere di forte impatto, perciò gli architetti hanno pensato di sostituire il materiale tradizionale, cioè il mattone di terracotta, con uno del tutto impensabile fino a quel momento, cioè il vetro. In questo modo hanno evitato l'oramai classica facciata in vetro laminato stratificato, usando veri e propri conci di vetro, sfruttandone le proprietà strutturali, pur concedendosi di ricalcare le forme tipiche delle abitazioni storiche della città.
Grazie al sostegno dell’Università di Delft, che ha curato le verifiche strutturali sul materiale, è stato appurato che il vetro resiste a compressione meglio del calcestruzzo, così le potenzialità teoriche per il suo impiego strutturale può raggiungere un consenso progettuale di massimo livello. Ma per soddisfare le richieste degli strutturisti, così come dei progettisti, i mattoni sono stati posati su letti di malta adesiva siliconica trasparente e incollati con apposito sistema a raggi UV. È curioso notare che il primo strato di mattoni sia stato livellato versando sulla loro superficie un tipico latte olandese senza grassi, in quanto il contrasto bianco del liquido soddisfaceva i requisiti visivi necessari a garantire il risultato. Una cosa che la molto più economica acqua ovviamente non poteva dare, al fine di ottenere una facciata perfettamente in bolla.
In questo modo anche gli archi ribassati delle porte e delle finestre sono stati realizzati con un unico blocco di vetro, quindi se ci chiediamo quanto possano reggere a compressione, la risposta è non meno di 42.000N (4.200kg).

Fabrizio Orsini

CREDITS
Architect: MVRDV Principal-in-charge: Winy Maas
Design Team: Gijs Rikken, Mick van Gemert, Marco Gazzola, Renske van der Stoep and Antonio Luca Coco
Copyright: MVRDV 2018 – (Winy Maas, Jacob van Rijs, Nathalie de Vries)
Partners
Co-Architects: & Van Dijk Wim Gietermans, Arjan Bakker, Tuğrul Avuçlu
Manufacturer glass bricks: Poesia (brand of Vetreria): Ivano Massarotto
Importer of Delo glue: Siko - Rob Janssen
Contractor: Wessels Zeist - Robert van der Hoef, Richard van Ende, Marco and Ronald Van de Poppe
Constructor: Brouwer&Kok - Paul Brouwer ABT: Rob Nijsse
Research: Delft University of Technology - Frederic A. Veer, Faidra Oikonomopoulou, Telesilla Bristogianni
Municipality aesthetics commission: Wealth - Charlotte ten Dijke, Ellis van den Hoek, Natasha Hogen, Patrick Koschuch, Alexander Pols, Gus Tielens, Marcel van Winsen, Pepijn Diepenveen

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×