18-11-2010

C18 Architekten: Casa e atelier a Waldstetten

Paesaggio, Bar, Sport & Wellness,

contemporaneo,

Vetro, Legno,

Lo studio C18 progetta un’abitazione-atelier per un designer di gioielli in Germania, rileggendo le variazioni paesaggistiche della regione del Giura Svevo nella commistione dei materiali architettonici, la ceramica, il vetro, il legno, il poliuretano. Il linguaggio figurativo di rottura recupera così un legame con il contesto nella scelta dei materiali e nella totale apertura al paesaggio.



C18 Architekten: Casa e atelier a Waldstetten Il Giura Svevo è una delle terre della Germania dove il paesaggio offre più suggestioni e dove i rimandi tra natura e storia arricchiscono maggiormente la curiosità dei visitatori. Nel Baden-Württemberg della Germania sudorientale il lavoro dell’uomo e quello della natura nella storia si uniscono creando un percorso di visita affascinante che comprende castelli e rocche da un lato e dall’altro grotte e sentieri di esplorazione sotterranea dove talvolta si ritrovano anche fossili preistorici. La molteplicità di stimoli in cui è immerso chi abita questa regione non può non suggerire sperimentazioni architettoniche, che inserendosi con riverenza nel territorio, sono concepite come omaggi al panorama di cui si può godere.
Come la casa atelier di George Spreng, progettata dallo studio tedesco C18 secondo un linguaggio contemporaneo che si lascia contaminare dall’osservazione del contesto e che a sua volta ne diventa luogo privilegiato di osservazione. A prima vista la composizione dell’architettura, così ricca di superfici in vetro sky-frame da apparire sospesa a una certa altezza dal terreno, sorprende per la discontinuità con i caratteri della architettura locale, invece chiusa e tipicamente nordica.  
Numerosi infatti sono i castelli e le fortezze ancora ben conservati a testimonianza delle vicende storiche del luogo, dal Burg Hohenzollern dell’omonima famiglia prussiana che vi abitò fino alla prima guerra mondiale, al castello di Sigmaringen, alla fiabesca fortezza di Lichtenstein. Da queste impareggiabili architetture del passato, ricche di elementi gotici e di eclettismi dovuti ai rimaneggiamenti nei secoli, si ritraccia tra gli altri l’elemento comune della posizione alta sul territorio, che è dovuta a motivi difensivi, ma che oggi si legge come un invito alla contemplazione del paesaggio. Raccolto dai progettisti, questo invito si traduce in un’architettura che non potendosi elevare così tanto sul territorio, cerca ugualmente la prospettiva sullo stesso mediante la trasparenza. Il livello d’ingresso, che a nord poggia sulla collina, mentre a sud è completamente spalancato sulla valle, presenta una pianta rettangolare regolare movimentata dall’alternanza di volumi pieni e spazi vuoti che si alternano con quelli del livello superiore. Mentre infatti in basso sono allocate la zona giorno e l’atelier del committente, creatore di gioielli, al piano superiore è riservata la zona notte, ugualmente spalancata sull’intorno ma più protetta e riservata. I rivestimenti esterni sono in piastrelle di ceramica lucida che sembrano voler autoilluminare l’edificio. A vetro e ceramica risponde l’interno caratterizzato da pavimenti in poliuretano, ancora di colore bianco, al piano d’ingresso, che annullano l’idea della barriera tra coperto e scoperto, tra dentro e fuori. Aggiungono poi ulteriori messaggi i percorsi, come quello in betulla gialla canadese che dalla cucina conduce alla piscina esterna, e gli spazi interstiziali di sassi che intervallano il giardino.

di Mara Corradi

Progetto: C18 Architekten BDA (Marcus Kaestle, Andreas Ocker, Michel Roeder)
Committente: Georg Spreng
Luogo: Waldstetten-Wißgoldingen (Germania)
Superficie utile lorda: 615 mq
Data realizzazione: 2008
Facciate con serramenti scorrevoli in vetro di grandi dimensioni
Pavimento del piano terra in poliuretano bianco
Pavimento esterno in betulla gialla canadese
Pareti del bagno in Corian® bianco lucido
Rivestimento esterno in piastrelle di ceramica lucida
Illuminazione: Kreon, Xenon
Arredi per il bagno realizzati su misura in MDF laccato e Corian®
Arredobagno: Vola, Coers bad design
Fotografie:  Brigida Gonzalez

www.c18architekten.de
it.s-alb.de/typisch_schwaebische_alb/willkommen_auf_der_schwaebischen_alb_im_sueden_deutschlands

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×