15-12-2021

Büro Koray Duman interior design ristorante SIMÒ Pizza a New York

Büro Koray Duman,

Blaine Davis,

New York, USA,

Ristoranti,

A New York lo studio d'architettura Büro Koray Duman ha firmato il nuovo ristorante del brand SIMÒ Pizza. Gli architetti hanno realizzato un interior design focalizzato su tre concetti chiave: la cucina come performance, un pattern decorativo ispirato alla tradizione e la piazza come spazio sociale. Il locale si trova a Manhattan, nel Greenwich Village, e diventa una celebrazione dello storico quartiere newyorkese e di Napoli, città di origine del committente.



Büro Koray Duman interior design ristorante SIMÒ Pizza a New York

Nello storico quartiere Greenwich Village di New York, lo studio d'architettura Büro Koray Duman ha firmato il nuovo ristorante del brand SIMÒ Pizza. Gli architetti hanno progettato un luogo che accoglie una delle tradizioni culinarie italiane più note nel mondo, la pizza, e diventa allo stesso tempo celebrazione dello storico quartiere di Manhattan e di Napoli, città di origine dello chef e committente Simone Falco. Il progetto dello studio Büro Koray Duman dà vita a un ambiente sofisticato e originale che ben si inserisce al pianoterra dell'edificio storico di University Place e attinge tanto dalla storia del quartiere del Greenwich Village, quanto dalla tradizione della pizza napoletana.
Tre concetti chiave governano l'interior design del ristorante: la cucina come performance, un pattern decorativo ispirato e radicato nella tradizione, e infine la piazza come spazio sociale.

La cucina diventa un ambiente aperto e visibile fin dalla strada. Totalmente a vista come da tradizione delle pizzerie napoletane, lo spazio di preparazione del cibo ha una posizione centrale nella distribuzione planimetrica del ristorante. Sul grande bancone gli ingredienti della pizza, importati appositamente dall'Italia, sono a vista per i clienti che possono assistere direttamente alla preparazione dei cibi. Il richiamo è ai piccoli chioschi dello street food partenopeo e alla socialità del rito di preparazione della pizza. Aprire la cucina alla vista dei clienti è anche un modo per mostrare l'autenticità della preparazione culinaria e trasformarla in una performance da seguire e, volendo, da apprendere.
Gli ingredienti della pizza sono usati anche come elementi decorativi. L'immagine del packaging della farina diventa un pattern colorato che come carta da parati riveste totalmente le pareti dell'area destinata alla consumazione, trasformandola in uno spazio intimo con tavoli e posti a sedere in legno. Gli ingredienti autentici della pizza sono celebrati e trasformati in oggetti d'arte, e come tali esposti sulla lunga parete che si sviluppa dall'ingresso fino ai tavoli di consumazione e si trova di fronte alla cucina. Per questa parete gli architetti hanno disegnato una serie di scaffalature in pietra vulcanica ispirate al bugnato, il paramento murario che riveste il basamento dei palazzi napoletani. La scaffalatura con il suo motivo angolare aggiunge spessore e dà tridimensionalità alla parete, allo stesso tempo richiama la decorazione geometrica del pavimento originale a mosaico. L'edificio originario era infatti un famoso albergo del quartiere, l'Albert Hotel, realizzato tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. In elemento decorativo è trasformato anche il logo del ristorante che, ripetuto secondo una griglia geometrica, personalizza il rivestimento laterale del bancone e della fascia superiore della cucina. All'esterno tra vasi con piante ed essenze mediterranee sono distribuiti altri posti a sedere con tavoli tondi. Tutti gli elementi esterni e interni contribuiscono a creare una piazza ideale o un cortile, per restituire l'atmosfera di socialità e di convivialità tipica di questi spazi aperti. A esaltare questa immagine contribuisce anche l'illuminazione interna: una griglia di luci a filo sospesa sulla cucina che non impedisce la vista della decorazione dello storico soffitto accuratamente restaurato.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Büro Koray Duman, photo by © Blaine Davis
Project Name: SIMÒ Pizza
Status: Completed in 2021
Program: Pizzeria, restaurant
Area: 950 sf
Location: Greenwich Village, NYC – USA

Architects: Büro Koray Duman https://b-kd.com/
Photos: © Blaine Davis