05-09-2002

Bonell & Gil: sede della Giunta della Galizia a Vigo, 1994

Sport & Wellness, Edifici Pubblici,

Nella zona portuale di Vigo, è possibile ammirare l'edificio che ospita la nuova sede della Giunta della Galizia, frutto di un progetto realizzato dagli architetti "Bonell & Gil"



Bonell & Gil: sede della Giunta della Galizia a Vigo, 1994 La sede della Giunta della Galizia rappresenta un edificio istituzionale dall'alto valore simbolico; di conseguenza, la sua localizzazione vicino al mare inizialmente aveva suscitato delle perplessità, animando un vivace dibattito. Tuttavia, col passare del tempo, l'area portuale si è rivelata il miglior punto d'incontro delle più svariate attività, creando una ricchezza di vita che altrove sembra impossibile ottenere.
La struttura è dotata di una facciata doppia: all'interno una parete vetrata connota in modo semplice e diretto la funzione amministrativa e burocratica che svolge questa sede. All'esterno, invece, è presente un rivestimento di lastre granitiche, sottili e semi-trasparenti, che sono prive di decorazioni.
Le numerose bucature scandite con regolarità lungo la superficie della facciata conferiscono ad essa l'aspetto di un portale sobrio e massiccio.

La segmentazione dell'edificio in due volumi di profondità diversa ne attenua l'immagine monumentale e crea un effetto di illusione prospettica; il blocco orizzontale si allinea perfettamente al filo stradale degli isolati adiacenti, mentre l'elemento verticale, abbassato di due piani in seguito al concorso, si affaccia sulla piazza retrostante.
La facciata esposta a nord è molto vicina alla recinzione della zona portuale, mentre l'ingresso principale si trova in prossimità dei box che contengono le macchine di ventilazione del parcheggio sotterraneo.
L'intenzione dei due architetti era quella di tracciare una nuova linea di bordo tra città ed acqua, che fosse segmentata, variegata ed ininterrotta e che comprendesse vedute frontali e laterali, con punti sfumati di visibilità.
Così, Bonell & Gil hanno realizzato una solida cortina verso la zona urbana ed hanno puntato a geometrie più spezzate e ruotate verso l'acqua, determinando un caratteristico gioco di riflessi.
In realtà, è piuttosto difficile disegnare una facciata che venga percepita nella giusta dimensione sia da lontano che da vicino; per risolvere questo problema, i due progettisti hanno percorso una via intermedia tra solidità e leggerezza, rivestendo i volumi con lastre di granito sobrie ed esili al tempo stesso.

Nel complesso, l'edificio in esame si sviluppa secondo un'architettura orizzontale, che, oltre a cambiare aspetto in base al punto di vista, realizza un perfetto equilibrio tra solidità della tettonica e dei muri e capacità di curare i dettagli.

Floriana De Rosa

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×