16-10-2018

Una pista ciclabile di Batlle i Roig a Barcellona

Batlle i Roig,

Jordi Surroca,

Barcellona, Spagna,

Paesaggio, Land Art, Parco urbano,

Paesaggio,

A Barcellona lo studio di architettura catalano Batlle i Roig ha realizzato una pista ciclabile lunga 890 metri che funge da cucitura tra diversi ambienti urbani allo scopo di migliore, in ottica sostenibile, la vivibilità.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Una pista ciclabile di Batlle i Roig a Barcellona

Una pista ciclabile di Batlle i Roig a Barcellona A Barcellona lo studio di architettura catalano Batlle i Roig ha realizzato una pista ciclabile lunga 890 metri che funge da cucitura tra diversi ambienti urbani allo scopo di migliore, in ottica sostenibile, la vivibilità.


Lo studio di architettura catalano Batlle i Roig, tra gli ospiti della Tavola Rotonda il giorno 19 ottobre 2018 al Padiglione Italia presso l'Arsenale di Venezia, insieme allo studio messicano Harari Landscape Architecture e MC A di Mario Cucinella, ha progettato a Barcellona un percorso ciclabile lungo 890 metri. Si tratta di un piccolo intervento chirurgico che collega il Forum con la pista Carretera de les Aigües, il Parco di Collserola, Esplugues e altre zone di Baix Llobregat, lungo Avinguda Diagonal una delle maggiori strade cittadine di Barcellona. 
Il progetto a opera dello studio Batlle i Roig, da sempre attento ai temi della sostenibilità in un’area densamente popolata come la regione metropolitana di Barcellona, rispecchia in pieno la filosofia dello studio. Dice Enric Batlle: "La sfida per la progettazione urbana dei prossimi anni è aiutare a superare le barriere che sono state costruite tra gli spazi naturali e la città".  
Non a caso l’intervento si trova in uno dei punti più difficili della rete stradale metropolitana: l'incrocio che collega l'Avinguda Diagonal con l'Avinguda dels Països Catalans a Esplugues de Llobregat. Infatti qui da oltre sessant’anni è stata costruita una barriera per pedoni e biciclette. L’impegno di Batlle i Roig, a favore della mobilità sostenibile e di una città più verde, li ha spinti a progettare una pista ciclabile, in leggera pendenza, in un ambiente rinaturalizzato e paesaggistico, fungendo da punto di vista privilegiato sulla città e collegando la rete urbana delle piste ciclabili con il sistema di spazi liberi del Parco di Collserola.
Chiaramente l'intento era quello di incidere il meno possibile sull'ambiente naturale, così le soluzioni progettuali sono state pensate per adattare il percorso alle caratteristiche morfologiche di questo luogo dalla topografia variabile e con le infrastrutture che si incrociano a diversi livelli. Nasce da questa idea un percorso iconico che si trasforma in opera di land art grazie alla scelta dei materiali dal forte impatto visivo, come i gabbioni di contenimento riempiti di pietra di Collserola, pietra ferruginosa, pavimenti ossidati e corrimani in acciaio corten, tutto a prova di possibili intemperie.
La pista sorpassa lo svincolo automobilistico con un dislivello di 5,00 m e non solo ci passa anche sotto, grazie a un sottopasso abbandonato della tangenziale con un'altezza libera di 2,5 m. Il percorso è largo 4,50 m e diviso tra circolazione pedonale e ciclabile, con due strisce contigue che si differenziano per colore e texture della pavimentazione. Questa distribuzione assicura che la pista ciclabile (larga 2,30 m) sia continua e uniforme su tutto il percorso, permettendo ai pedoni di relazionarsi direttamente con la natura, grazie alle piazzole realizzate dagli architetti per conservare gli alberi esistenti e integrarli nel nuovo sentiero. Queste piazzole a loro volta si allargano fino a 4,50 m per formare dei piccoli spazi di riposo dotati di panche, sedili e posteggi per le biciclette. In queste aree le persone possono godere della vista di Avinguda Diagonal e della città.
Tutta la vegetazione scelta da Batlle i Roig per la sistemazione paesaggistica dei bordi della pista consiste in specie autoctone e a basso consumo idrico, le quali seguono il ritmo stagionale per offrire colori e profumi cangianti durante tutto l'anno.
Il nuovo percorso ciclo-pedonale progettato da Batlle i Roig ha trasformato uno spazio dimenticato in un luogo di incontro e continuità urbana per la comunità metropolitana. Una via verde con un tracciato tranquillo che evoca stradine di campagna lontane dalla città e dalle grandi infrastrutture stradali.

Christiane Bürklein

Progetto: Batlle i Roig
Team progettuale diretto da Enrice Batlle e Joan Roig: Antoni Monté, Francesc Montero (architects) Dolors Feu (agricultural engineer and landscape architect) Yago Cavaller (environmentalist) 
Luogo: Barcellona, Spagna
Anno: 2018
Immagini: Jordi Surroca

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature