25-10-2017

Tikku, una casa sostenibile dal footprint di un posteggio

Marco Casagrande - Casagrande Laboratory,

Jenni Gaestgivar, Nikita Wu,

Helsinki, Finlandia,

Legno,

L'architetto finlandese Marco Casagrande con Casagrande Laboratory ha sviluppato un micro-edificio autosufficiente per appartamenti.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Tikku, una casa sostenibile dal footprint di un posteggio

Tikku, una casa sostenibile dal footprint di un posteggio L'architetto finlandese Marco Casagrande con Casagrande Laboratory ha sviluppato un micro-edificio autosufficiente per appartamenti. Tikku può essere costruito sulla superficie di un posto  auto e avere più piani ad accogliere le diverse funzioni abitative.


Urban acupuncture è il leitmotiv del lavoro progettuale dell'architetto finlandese Marco Casagrande che da anni propone soluzioni inedite per permettere alle persone di riappropriarsi delle città, cannibalizzate da automobili e infrastrutture fuori scala. Egli presta particolare attenzione al nomadismo urbano, ovvero quel fenomeno in cui molte persone si spostano in seguito a esigenze lavorative o private, senza avere più una fissa dimora.
Il progetto Tikku, sviluppato nell'ambito della Helsinki Design Week 2017, rientra a pieno titolo in questo filone quale “ago di agopuntura urbana”, in quanto riconquista i non-luoghi, come i posteggi, a uso abitativo. 
Il bastone, così il nome in italiano, ha una pianta di 2,5 x 5 metri, classica misura di un posto auto. Realizzato con moduli in legno lamellare incrociato CLT di 10 cm (al massimo 20 cm per garantire un perfetto isolamento termico d'inverno) può essere eretto nel corso di una notte e ovunque ci siano dei parcheggi. Senza bisogno di fondamenta, nel caso di costruzione sul manto stradale, una cassa di sabbia serve da bilanciamento della struttura autosufficiente attrezzata con panelli solari e una toilette a secco.
Il prototipo di Tikku in scala 1:1 e a 3 piani, costruito durante la Helsinki Design Week in pieno centro città, offre uno spazio sicuro, intimità e comfort, ovvero una camera da letto, un ufficio e una serra. Mentre tutte le altre funzioni, dalle docce al cibo, fino alle lavanderie si trovano nel contesto della città circostante. Insomma i nuovi bio-nomadi rinunceranno a qualcosa per poter ritornare in possesso degli spazi urbani, limitando il proprio footprint in un mondo dove bisogna dare risposte flessibili alle questioni dell'edilizia e del suolo disponibile.
Le possibilità di funzioni e combinazioni di Tikku sono infinite, i moduli possono essere adattati a luoghi ed esigenze differenti, partendo da un materiale da costruzione sostenibile come il legno CLT che è 5 volte più leggero del calcestruzzo, ma con proprietà tecniche simili.

Christiane Bürklein

Architect: Marco Casagrande, Casagrande Laboratory
C-LAB team: Nikita Wu, Taijirou Okuda
Construction work: Woodpolis Kuhmo
Structural Design: Timber Bros
Location: Keskuskatu, Helsinki Finland
Site: 2,5 x 5 m (one car parking place)
Floor area: 37, 5 m2
Height: 3 floors
Materials: Cross-laminated timber, glass, sand
Organizer: Helsinki Design Week
Curator: Martina Wuoristo-Huhta
Completed: 2017
In co-operation with: 
CrossLam Kuhmo, Woodpolis, City of Kuhmo, Profin, Plantagen, Sponda, PEFC, Kainuu Vocational College
Images: Nikita Wu, Jenni Gaestgivar

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×