18-08-2020

Riapertura di The Design Museum in London con la mostra Electronic

Londra,

Mostre,

Mostra,

Venerdì 31 luglio 2020 The Design Museum in London ha iniziato la prima fase del piano di riapertura post-lockdown con l’inaugurazione della mostra temporanea Electronic: From Kraftwerk to The Chemical Brothers. Una full immersion nel mondo della musica elettronica.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Riapertura di The Design Museum in London con la mostra Electronic

Riapertura di The Design Museum in London con la mostra Electronic Alcuni musei, dopo mesi di lockdown, riaprono le proprie porte per una visita di persona, così si può ritornare a godere di un’esperienza a 360 gradi. Tra questi, nel rispetto delle linee guida per la sicurezza, c’è anche il Design Museum London. Infatti, Tim Marlow, Chief Executive e direttore del Design Museum London, sostiene, a proposito dell’apertura della mostra Electronic: From Kraftwerk to The Chemical Brothers, che: “Non potrebbe esserci mostra migliore di quella di Electronic: From Kraftwerk to The Chemical Brothers. Una potente dichiarazione sulla libertà creativa attraverso la musica, l'arte, la tecnologia e il design, che celebrerà ciò che molti di noi hanno perso durante l'isolamento; e un promemoria che ricorda che c'è ancora molto lavoro da fare per far riaprire vaste aree del settore culturale”.
Si tratta di un’esposizione concepita dalla Philharmonie de Paris - Musée de la Musique che esplora il mondo ipnotico della musica elettronica, dalle sue origini ai sogni futuristici. In particolare, l'edizione londinese è caratterizzata dalla prima assoluta dello spettacolo sensoriale dalle immagini ipnotizzanti del brano Got to Keep On vincitore di un Grammy Award, realizzato dei pionieri dell'elettronica The Chemical Brothers e a cura dello studio creativo Smith & Lyall,
La mostra racconta quindi le persone, l'arte, il design, la tecnologia e la fotografia che hanno plasmato il mondo della musica elettronica, evocando l'esperienza di essere in un club. In questo modo, ad esempio, i visitatori possono festeggiare i 50 anni del leggendario gruppo Kraftwerk, assistendo al loro spettacolo in 3D. 
Inoltre, si può viaggiare sulle piste da ballo di Detroit, Chicago, Parigi, Berlino ecc, nonché nella fiorente scena britannica. E tutto questo osservando oltre 400 oggetti, le leggende della techno di Detroit come Kevin Saunderson, Juan Atkins, Jeff Mills e Richie Hawtin, "Godfather of House Music" Frankie Knuckles, il designer dell'Haçienda Ben Kelly e il mondo visivo estremo creato da Weirdcore per "Collapse" di Aphex Twin.
In più, i visitatori possono godere delle immagini in grande scala della cultura rave del fotografo Andreas Gursky, delle maschere iconiche dei DJ e della moda del periodo. A cui si aggiungono un'installazione visiva reattiva al suono appositamente creata per la mostra da 1024 architecture, la grafica di Peter Saville CBE, le etichette storiche e le serate in discoteca. Il tutto ovviamente con una soundtrack di musica elettronica, creata appositamente per la mostra dal DJ e produttore francese Laurent Garnier.
In fine, il lockdown, oltre ad aver colpito gravemente la scena musicale, ha avuto un impatto significativo pure sul programma del Design Museum London. Infatti, la mostra Sneakers Unboxed: Studio to Street è stata rinviata al 2021 e il Design Museum con Prada si rammaricano di annunciare che la mostra 'Prada. Front and Back", la cui apertura era programmata per settembre 2020, è stata annullata a causa Covid-19. I dettagli di una nuova collaborazione tra Design Museum e Prada saranno così rivelati nel 2021. 
Invece, Beazley Designs of the Year aprirà, come previsto, a ottobre 2020.

Christiane Bürklein

Mostra: Electronic: From Kraftwerk to The Chemical Brothers
dal 31 luglio al 14 febbraio 2021
Design Museum London, UK
Immagini: vedi leggende
01_Chemical_Brothers_The_O2_30th_November_2019_by_Luke_Dyson
02_Kraftwerk_Photo_credit_Peter_Boettcher
CORE_by_1024_architecture._Photo_credit_Gil_Lefauconnier
Chemical_Brothers_The_O2_30th_November_2019_Luke_Dyson
Jean_Michel_Jarr's_virtual_studio._Photo_credit_Gil_Lefauconnier
Kraftwerk Photo_credit_Peter_Boettcher
The_Visitor_for_Jeff_Mills_by_Yuri_Suzuki._Photo_Gil_Lefauconnier
Vanity_Flightcase_by_Bruno_Peinado._Photo_credit_Gil_Lefauconnier
Ulteriori informazioni: https://designmuseum.org/exhibitions/electronic-from-kraftwerk-to-the-chemical-brothers

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature