25-02-2019

Patrimonio brutalista ristrutturato: Preston Bus Station

John Puttick Associates,

Gareth Gardner,

Preston, UK,

Stazioni, Edifici Pubblici,

Recupero,

Lo studio John Puttick Associates ha completato la ristrutturazione della stazione degli autobus di Preston, un celebre edificio brutalista tutelato del 1969.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Patrimonio brutalista ristrutturato: Preston Bus Station

Patrimonio brutalista ristrutturato: Preston Bus Station Lo studio John Puttick Associates ha completato la ristrutturazione della stazione degli autobus di Preston, un celebre edificio brutalista tutelato del 1969. La stazione è di proprietà del Lancashire City Council che nel 2015 ha nominato John Puttick Associates per la ristrutturazione e l'ampliamento dell'edificio a seguito di un concorso di architettura organizzato dal Royal Institute of British Architects. 


Le discussioni sulla conservazione del patrimonio architettonico della seconda metà del secolo scorso sono spesso molto accese, se pensiamo alle varie campagne che abbiamo seguito: dalla Birmingham Library alle Robin Hood Gardens o in Italia Le Vele di Scampia, per citarne alcune. 
A Preston, nel Lancashire, UK, il Lancashire City Council, proprietario della stazione degli autobus, completata nel 1969 su progetto di Building Design Partnership con lo studio di ingegneria Ove Arup, nel 2015 ha nominato John Puttick Associates per la ristrutturazione e l'ampliamento dell’edificio, lungo 190 metri, a seguito di un concorso di architettura organizzato dal Royal Institute of British Architects. Una decisione importante, in quanto ha permesso non solo di mantenere una preesistenza funzionale, quindi di per sé una soluzione sostenibile, ma anche di riportare all’antico splendore quest'architettura, classificata come Brutalist landmark building, adeguandola alle esigenze del viaggiatore contemporaneo.
Così il vincitore, lo studio John Puttick Associates, fondato nel 2014, ha ristrutturato la stazione degli autobus di Preston, ancora oggi la più grande struttura del Regno Unito nella sua tipologia. 
Nel complesso gli elementi esistenti sono stati accuratamente restaurati, molti dei quali erano in buone condizioni, come il pavimento in gomma Pirelli, le panche curve o gli orologi. Usando i divisori in legno Iroko dei vecchi cancelli, gli architetti hanno realizzato delle panchine, inoltre lo stesso legno è stato utilizzato anche per la reception del punto informazioni, portando così una piacevole sensazione tattile nelle zone più frequentemente toccate.
I nuovi elementi inseriti, per migliorare la fruibilità, sono in linea con lo spirito del design degli anni ’60, tra cui la segnaletica, progettata nei colori arancione e nero che riflettono quelli utilizzati per la prima volta in stazione, reintroducendo il carattere British Rail, originariamente utilizzato per tutta la stazione. Tutti i pannelli in legno dell'edificio sono stati riportati all'originale grigio scuro, le  luci a plafoniera sono state sostituite, ripristinando l'originale illuminazione discreta. Interventi più ampi, come la nuova area informativa e amministrativa, sono ispirati allo spirito utilitaristico dell'edificio originale, pur essendo chiaramente del presente.
L'esterno dell'edificio ha subito alcune modifiche, oltre ai necessari lavori di manutenzione, tra cui la sostituzione della vetrata dell’atrio e l’introduzione di porte automatiche. La lunga facciata è animata da una fascia orizzontale continua retroilluminata internamente, che è stata riportata in vita, e da una segnaletica esterna tridimensionale, sempre in linea con il progetto degli anni ’60.
John Puttick Associates ha lavorato a stretto contatto con la Twentieth Century Society, allo sopo di determinare l'approccio al restauro di elementi storicamente significativi della stazione degli autobus di Preston. L'obiettivo generale è stato quello di realizzare una stazione degli autobus tale da garantire 10.000 partenze alla settimana, creando nel contempo un'esperienza edificante per i passeggeri e preservando l'importante punto di riferimento visivo ed estetico dell’edificio nel contesto urbano. L’intervento nella zona che include il miglioramento dei collegamenti con la città, sarà completato quest’anno dallo Youth Zone Building, una nuova costruzione adiacente alla stazione con una superficie 2.600 m2, sempre a cura di John Puttick Associates.

Christiane Bürklein

Progetto: John Puttick Associates
Luogo: Preston, Lancashire UK
Anno: 2018
Immagini: Garreth Gardner

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×