13-02-2019

Mostra netherlands bauhaus pioneers of a new world

Rotterdam,

Musei, Mostre, Architettura e Cultura,

Mostra,

I festeggiamenti per il centenario del Bauhaus non si limitano alla sola Germania.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Mostra netherlands bauhaus pioneers of a new world

Mostra netherlands bauhaus pioneers of a new world I festeggiamenti per il centenario del Bauhaus non si limitano alla sola Germania. Una grande mostra, con oltre 800 oggetti presso il Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam nei Paesi Bassi, indaga l’apporto olandese al movimento Bauhaus ed è anche l'ultima grande mostra organizzata prima della sua ristrutturazione.  


Prima della grande ristrutturazione dell'edificio del Museum Boijmans Van Beuningen, la mostra netherlands <-> bauhaus - pioneers of a new world allestita nella Bodon Gallery, offre una panoramica dell’influenza sull’architettura contemporanea della leggendaria scuola d’arte e design, il Bauhaus appunto, dopo cent’anni dalla sua fondazione. Il focus è la stimolante interazione tra i Paesi Bassi e il Bauhaus, una relazione che viene esplorata attraverso oltre 800 esempi di opere d'arte, mobili, ceramiche, tessuti, fotografie, tipografia e architettura, allo scopo di mettere in evidenza l'influenza della scuola di Weimar in Olanda e viceversa.
La scuola, fondata da Walter Gropius nel 1919, si è subito distinta per la sua voglia di innovazione, idealismo, ambizioni e creatività. Artisti come Paul Klee, Wassily Kandinsky, László Moholy-Nagy e Oscar Schlemmer erano membri del corpo docente, ma anche pionieri olandesi come Theo van Doesburg, J.J.P. Oud, Mart Stam, Paul Citroen e Piet Zwart hanno contribuito al carattere del Bauhaus. Questa suola si basava sull'ideale di portare il design, bello e funzionale, alla portata di tutti. Il linguaggio formale radicale e le tecniche di produzione innovative che hanno accompagnato questa filosofia sono tuttora molto influenti. Infatti il pensiero del Bauhaus è stato diffuso attraverso una rete di persone, mostre, riviste, convegni, conferenze, formazione e workshop, non solo in Germania ma anche nei Paesi Bassi, soprattutto dopo la sua chiusura nel 1933.
Dichiara la curatrice Mienke Simon Thomas a proposito di questo grande network creativo: "è incredibile quanto efficacemente e rapidamente questi architetti e artisti degli anni Venti e Trenta siano riusciti a tenersi in contatto tra loro senza e-mail o social media, senza radio o televisione, e di solito anche senza telefono”.
La scelta di Rotterdam per questa mostra non è casuale. Negli anni '20 questa era la città più importante per lo stile Nieuwe Bouwen, la versione olandese dell'International Style, e dove il modernismo ha avuto un ruolo di primo piano nell'architettura e nel design. Per questo motivo la mostra è accompagnata, tra marzo e aprile, da una breve conferenza e una visita guidata a sei eccezionali luoghi architettonici, tra cui il complesso residenziale Kiefhoek, gli appartamenti Parklaan e la villa cittadina di Sonneveld House, al fine di illustrare meglio il rapporto tra Rotterdam e il Bauhaus.
Con il termine della mostra netherlands <-> bauhaus - pioneers of a new world il 29 maggio 2019, il Museo Boijmans Van Beuningen chiuderà per ristrutturazione, mentre la collezione rimarrà accessibile al pubblico in diversi modi. Dei lavori di rinnovamento e ampliamento del museo fa parte anche la realizzazione del deposito d'arte pubblica per il Museo Boijmans van Beuningen a opera dello studio MVRDV. Il volume tondo e riflettente sorgerà nel Museumpark Rotterdam, offrendo nuovi spazi sicuri alle opere e dando la possibilità al pubblico di vedere cosa succede dietro le quinte in un museo d’arte.

Christiane Bürklein

Mostra netherlands <-> bauhaus - pioneers of a new world
dal 9 febbraio al 29 maggio 2019
curata da Mienke Simon Thomas
Museo Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
Ulteriori informazioni: https://www.boijmans.nl
Immagini: vedi leggende
Postcard of the Bauhaus in Weimar, written by Theo van Doesburg and sent to his friend Antony Kok, 21 September 1921. RKD – Netherlands Institute fo Art History, The Hague (Archive of Theo and Nelly van Doesburg)
Bauhaus exhibition Rotterdam
Exhibition view Boijmans
Johan Niegeman, Junkers, 1929, paper collage on card, 27.5 x 40.2 cm. Private collection
Lyonel Feininger, Oberweimar, 1921, oil on canvas, 90 x 100 cm. Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam. Photo: Studio Tromp
Marcel Breuer, four side tables, c.1926, nickel-plated metal, painted wood, 60 x 65 x 40 cm (largest). Private Collection, Germany
Marianne Brandt and Hin Bredendieck, 679 GV, 1928 cast iron, brass, iron. Collection De Groo
Piet Mondrian, Neue Gestaltung (no. 5 of the Bauhausbücher series), design László Moholy-Nagy, 1925. Private collection, the Netherlands. 
Willem Hendrik Gispen, Giso 22 pendant lamp, 1927, milk glass, chromium-plated copper, diameter 40 cm, manufactured by Gispen’s Fabriek voor Metaalbewerking, Rotterdam. Museum Boijmans Van Beuningen, Photo: Ad van den Bruinhorst. 


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×