17-05-2019

Masquespacio progetta il terzo negozio Kento a Valencia

Masquespacio - Ana Milena Hernandéz Palacios and Christophe Penasse,

Luis Beltran,

Valencia, Spagna,

Ristoranti, Tempo Libero,

Interior Design,

Masquespacio, l’agenzia creativa spagnola di Ana Milena Hernandéz Palacios e Christophe Penasse, ha firmato a Valencia, in Spagna, il terzo locale per Kento, la catena di food orientale fondata da Eduardo Hijlkema e specializzata in sushi e cucina giapponese.



  1. Blog
  2. Design
  3. Masquespacio progetta il terzo negozio Kento a Valencia

Masquespacio progetta il terzo negozio Kento a Valencia Masquespacio, l’agenzia creativa spagnola di Ana Milena Hernandéz Palacios e Christophe Penasse, ha firmato a Valencia, in Spagna, il terzo locale per Kento, la catena di food orientale fondata da Eduardo Hijlkema e specializzata in sushi e cucina giapponese.


Team vincente non si cambia. Così anche per il terzo ristorante della sua catena take-away Kento Eduardo Hijlkema, un imprenditore di Valencia alla ricerca di uno stile di vita più sano da condividere con gli altri, si è rivolto allo studio spagnolo Masquespacio di Ana Milena Hernandéz Palacios e Christophe Penasse. I due creativi hanno già sviluppato la Visual Identity di questa catena fondata nel 2017 e specializzata in food orientale, fondendo elementi giapponesi, come l'aspetto minimal, a un'estetica orientale. Ma soprattutto è stata pensata per essere flessibile, dinamica e innovativa. Una filosofia progettuale adottata pure in questa terza sede di Kento la più grande e ubicata nel centro di Valencia. 
Con i suoi 100 metri quadrati gli interni colpiscono i visitatori, oltre che per la dimensione, anche per le caratteristiche della preesistenza, caratterizzata da un soffitto alto e una enorme vetrina sul fronte stradale. Come se non bastasse Masquespacio ha aggiunto uno specchio, al fine di creare una prospettiva infinita. Per equilibrare tanta maestosità i progettisti hanno orientato la maggior parte dei tavoli in modo che i commensali possano godere di una vista diretta sulla strada, ovviamente in piena tradizione street food
L'interior di questa nuova sede è completato dalla scelta dei materiali: tessere di mosaico di colore grigio, per i pavimenti e alcune pareti. Questi creano un interessante contrasto con i colori aziendali utilizzati per l'arredamento e l'illuminazione. I creativi di Masquespacio anche qui non tralasciano, come negli altri casi, di fare cenni all’estetica giapponese, aggiungendo strisce di legno bombati sulle pareti, i quali ricordano i bambu e danno un tocco di calore a un interno che presenta diversi materiali industriali, come il metallo e la ceramica.
Per quanto riguarda l'identità coordinata del brand, diversamente dagli altri due locali Kento, in questo caso è stato sostituito il colore oro, sempre però combinato coi colori aziendali viola e verde. Una scelta cromatica che trasmette un’atmosfera più elegante e ricercata
Infine il bancone è caratterizzato da un soffitto in legno, quale rimando alle tipiche bancarelle di Street Food nipponiche.
Con il terzo ristorante Kento Ana Milena Hernandéz Palacios e Christophe Penasse confermano il loro talento nella creazione dello storytelling architettonico, lo stesso con cui danno vita a luoghi inusuali, ma sempre legati al territorio. Non va infatti dimenticato che l’arredamento è stato disegnato da Masquespacio e prodotto da artigiani locali.

Christiane Bürklein

Progetto: Masquespacio
Luogo: Valencia, Spagna
Anno: 2019
Immagini: Luis Beltran

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×