15-07-2016

Mangosteen Mansion di Patrick Robert, Yangon.

Ken Schluchtmann,

Governo, Ville,

Un viaggio in Myanmar con lo scrittore tedesco Martin Schacht e il fotografo Ken Schluchtmann porta alla casa del designer e architetto d'interni francese Patrick Robert a Yangon.



  1. Blog
  2. Design
  3. Mangosteen Mansion di Patrick Robert, Yangon.

Mangosteen Mansion di Patrick Robert, Yangon. Un viaggio in Myanmar con lo scrittore tedesco Martin Schacht e il fotografo Ken Schluchtmann porta alla casa del designer e architetto d'interni francese Patrick Robert a Yangon. Mangosteen Mansion è un gioiello di design dove la vegetazione lussureggiante fa da padrona.



Patrick Robert, francese, designer e architetto d'interni, ha iniziato la sua lunga carriera negli anni 1960 come stilista per la maison Christian Dior. Negli anni 1970 lavorava come scenografo curando mostre dal Centre Pompidou al Guggenheim per poi ritirarsi, inizialmente solo a tempo determinato, in uno stato all'epoca di difficile accesso: la Birmana (l'odierno Myanmar). Un paese che, nonostante la situazione politica una dittatura militare che solo negli ultimi anni si sta aprendo, ha conquistato il suo cuore sia per il paese stesso che per una donna diventata sua moglie, nonché per un edificio degli anni '20 del secolo scorso: l'ex foresteria dello stato Kachin a Yangon.



Questa architettura in legno è stata trasformata da Robert nell'albergo più esclusivo di Myanmar, il “Belmond Governor's Residence”, operazione possibile grazie al suo matrimonio con una donna birmense.





Non lontano, nella “Golden Valley”, quartiere residenziale di alto livello di Yangon vicino al bellissimo lago Inya, Patrick Robert ha creato anche la propria residenza: Mangosteen Mansion





La villa di origine difficilmente databile accoglie il visitatore con un giardino o meglio una lussureggiante giungla urbana con palme e rampicanti che salgono fin oltre i 15 metri di altezza, un ottimo rifugio anche per uccelli tropicali. Un inno alle infinite tonalità del verde, essendo “il verde il colore di cui l'essere umano percepisce più sfumature”, come spiega Patrick Robert. Per due anni ha raccolto piante nelle varie regioni del Myanmar per un risultato davvero mozzafiato in una composizione che a detta dello scrittore Martin Schacht ricorda un quadro di Henri Rousseau. 



Difficile raccontare Mangosteen Mansion con il suo fascino esotico e soprattutto il connubio armonico tra vegetazione e architettura, tra giardino e interior design. Lasciamo quindi le parole alle fotografie di Ken Schluchtmann. Un racconto visivo di un viaggio nel design dall'atmosfera tropicale.

Chriatiane Bürklein

Progetto: Patrick Robert
Luogo: Yangon, Myanmar
Work in progress
Fotografie: © Ken Schluchtmann
Link mostra Norway

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×