11-12-2017

Lo studio Anonyme disegna un garage verde a Parigi

Anonyme,

Daniel Rousselot,

Parigi,

Garage,

Cemento,

Parlare di un posteggio verde sembra un ossimoro.



  1. Blog
  2. News
  3. Lo studio Anonyme disegna un garage verde a Parigi

Lo studio Anonyme disegna un garage verde a Parigi Parlare di un posteggio verde sembra un ossimoro. Lo studio di architettura parigino Anonyme con il parking Bois de Prétre, nel 17° distretto di Parigi, ha realizzato proprio questo. Un'infrastruttura dall'aspetto interno accattivante che si presenta al quartiere come una zona verde e condivisa.


Alzi la mano chi non ha mai cercato la propria macchina all'interno di un garage multipiano. Luoghi di cui si è già scritto molto, uno dei “mali” necessari delle nostre città al servizio dell'automobile. 
Sono in ogni caso luoghi senza la cui predisposizione le amministrazioni comunali non danno più i permessi di costruire e che possono essere connotati tanto da dare un senso alla loro stessa esistenza, in particolare quando superano il mero contenere automobili. Lo studio di architettura parigino Anonyme ha realizzato per Paris Habitat un garage che sfida appunto i pregiudizi e gli stereotipi associati a questa tipologia.
Partendo da un lotto esiguo lo studio di Noureddine Souilah-Edib e Jean Frizzi ha proposto un garage sotterraneo multipiano a spirale, dove le vie di accesso sono anche le rampe che portano ai diversi piani. Grazie alla forma a spirale le macchine vengono posteggiate a raggiera e non esistono zone nascoste o buie. Complici l'impianto di illuminazione continuo in combinazione con il sapiente uso di isole colorate sulle pareti e i pavimenti, abbinati a loro volta a una giocosa segnaletica. Grazie a questi espedienti progettuali Anonyme ha creato uno spazio luminoso dove la ricerca dell'automobile non è più un'esperienza traumatica. Inoltre i colori e i cartelli bilanciano la spiccata matericità del cemento a vista della struttura.
Attraverso scale colorate e un ascensore vetrato si accede al piano strada, dove si manifesta l'anima verde del progetto, il giardino condiviso di ben 2.500 metri quadrati. Anch'esso disegnato dallo studio Anonyme. Si tratta di un'area verde per gli abitanti della torre residenziale e per associazioni di giardinaggio. Uno spazio da vivere, ma anche da guardare dall'alto della torre, infatti il suo disegno sinuoso racconta la topografia del luogo e contrasta con la netta geometria dell'edificio a torre,  mentre il volume di accesso al garage scompare alla vista grazie a un rivestimento a specchio.
Il car park di Anonyme, progetto finalista del premio nazionale francese Équerre D'Argent 2017, è un esempio tangibile di come una progettazione attenta e creativa possa riscattare con grandi risultati anche i cosiddetti non-luoghi.

Christiane Bürklein

Progetto: Anonyme - http://www.architecture-anonyme.com/
Committente: Paris Habitat
Luogo: Parigi, Francia
Anno: 2017
Immagini: Daniel Rousselot

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature