24-12-2018

Il Parco Zollverein, una ristrutturazione unica per un'area industriale dismessa

Planergruppe Oberhausen, Observatorium,

Thomas Willemsen, Claudia Dreyse, Jochen Tack,

Essen,

Land Art, Parco urbano, Installazione,

Paesaggio,

L’ex-miniera e cokeria Zollverein a Essen in Germania ospita il parco omonimo ed è patrimonio mondiale UNESCO.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Il Parco Zollverein, una ristrutturazione unica per un'area industriale dismessa

Il Parco Zollverein, una ristrutturazione unica per un'area industriale dismessa L’ex-miniera e cokeria Zollverein a Essen in Germania ospita il parco omonimo ed è patrimonio mondiale UNESCO. Il parco costituisce uno straordinario esempio di trasformazione di un'area urbana dismessa in un insolito paesaggio, ovvero un parco moderno di 80 ettari e realizzato in due fasi.


Parliamo spesso di parchi urbani, in quanto sono i polmoni verdi delle città in cui sorgono, i luoghi di svago per gli abitanti e l'occasione di un ritrovato contatto con la natura. Uno di questi si trova a Essen, nel bacino della Ruhr in Germania, quale risultato di un intervento paesaggistico insolito, se lo si confronta con il nostro immaginario di una tale area verde. Perché qui non ci sono le aiuole piantumate ad arte e le classiche aree di relax con arredo urbano standard. In realtà il programma di sviluppo di questo parco incorpora strutture esistenti, valorizzando così il patrimonio architettonico-industriale. Infatti in questo parco gli interventi di architettura del paesaggio sono molto razionali e minimali, mentre è molto chiara e precisa la manutenzione del verde. Questa in effetti viene rispettata e lasciata a se stessa, visto che tutto nasce dalla natura, in quanto si è ripresa lentamente quello che le era stato tolto.
Per il parco Zollverein si tratta di un’avventura iniziata nel 2005, quando il collettivo Planergruppe Oberhausen vinse un concorso internazionale di ricerca, la quale mirava alla creazione di un'area paesaggistica composta da quanto già vi era. 
Ora questa esperienza è stata raccolta in un libro dal titolo "Polvere, Silenzio e Spettacolo” (Staub, Stille und Spektakel). Per gli autori, coinvolti con vari ruoli nella realizzazione del parco, i contrasti apparentemente inconciliabili del Parco Zollverein giocano un ruolo importante. Questo perché si tratta di un parco versatile che nasce dalla polvere di carbone, dove il silenzio ora regna dopo decenni di rumori industriali e in cui è visibile lo spettacolo delle attività ricreative che vi si svolgono. Il tutto sullo sfondo di un patrimonio mondiale dell'umanità. Perché non dimentichiamo che l’area della Zeche Zollverein, grazie all’ampia offerta culturale, quale simbolo dell'area della Ruhr, patrimonio dell'umanità, luogo del design e dell'arte, istituzione educativa e sede di eventi viene visitato ogni anno da oltre 1 Mio. di persone.
Tutti questi luoghi sono situati in un parco che si sviluppa come un mondo tutto suo all'interno della città di Essen. In questo libro, i progettisti del parco descrivono un tour attraverso queste aree che nascono da un bosco sviluppatosi autonomamente, dopo la chiusura degli impianti, dimostrando in modo impressionante quanto sia potente Madre Natura, se solo la si lascia agire. In questo modo ci si trova dinnanzi a un’area verde che non è un parco cittadino, inteso come aree piantumate circondate da appartamenti e vie dello shopping, ma piuttosto il contrario, poiché il Parco Zollverein è una città parco con strutture commerciali, turistiche e culturali circondate da boschi e spazi verdi.
Come scrive Andre Dekker, co-autore del libro e membro del collettivo Observatorium, che dal 2003 lavora spesso nel bacino della Ruhr, al fine di sostenere il cambio strutturale grazie a proposte artistiche che mirano a una nuova visione dell’esistente: “Per noi progettisti, il parco è la superficie su cui tutto si svolge e può avvenire…Dieci anni di lavoro al Parco Zollverein hanno insegnato a noi artisti, designer e paesaggisti (che) costruire a Zollverein significa accettare e coltivare l'assurdo. Il Parco Zollverein è un arcipelago di paradossi al centro di un'area urbana mista.” 
Per chi non potesse andare di persona a esplorare questo luogo e la sua straordinaria wilderness, affascinante in tutte le stagioni, rimane sempre il libro con fotografie d'autore, mappa e molti saggi. 

Christiane Bürklein

Zollverein Park. Staub, Stille und Spektakel 
481 pages
Editor: Walther König (March 2017)
ISBN-10: 3960980760, ISBN-13: 978-3960980766
Images: Claudia Dreyse, Jochen Tack, Thomas Willemsen

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×