30-09-2019

Fort de Vaux, progetto residenziale di Petitididierprioux Architectes

Petitdidierprioux PPX,

Pierre L’Excellent,

Parigi,

Condomini, Housing,

Lo studio parigino Petitididierprioux Architectes ha appena consegnato un progetto di 71 unità abitative per giovani lavoratori nella zona nord di Parigi. Un’architettura in un contesto difficile, accanto alla tangenziale di Parigi.



  1. Blog
  2. News
  3. Fort de Vaux, progetto residenziale di Petitididierprioux Architectes

Fort de Vaux, progetto residenziale di Petitididierprioux Architectes Lo studio Petitdidierprioux (Cédric Petitdidier, Vincent Prioux - PPX) ha realizzato, lungo il boulevard di Fort de Vaux a Parigi (17° arrondissement), un complesso residenziale sociale con unità abitative per giovani lavoratori. L’ha fatto su di un ex parcheggio adiacente alla tangenziale e accanto a una business school, nonché quale punto di collegamento tra Parigi e la città di Levallois-Perret, il cui confine tocca il retro del lotto. Una sfida che si compone di due volumi: un edificio a “striscia” (lame), di quattro piani con proporzioni simili a quelle degli edifici vicini, e un edificio "faro" (signal) di undici piani, che offre una vista sulla città. Qui il vocabolario monolitico del complesso e il disegno della struttura creano un linguaggio specifico che supera i limiti dovuti ai ripetuti schemi di finestre, tipici di questa tipologia.
L'edificio, a sviluppo verticale, si trova sopra l’esistente parcheggio e di fronte alla tangenziale, sfruttando la larghezza della rampa di accesso, al fine di raggiungere l'altezza massima autorizzata dal piano regolatore urbano. Mentre l’edificio orizzontale offre una transizione fluida verso il quartiere a ovest e dietro il sito stesso.
Le soluzioni architettoniche per la torre rispondono alla presenza del parcheggio sotterraneo che non è stato demolito per ragioni economiche, ma la cui struttura era troppo fragile per fare da fondamenta. Così ora una struttura esterna avvolge il parcheggio stesso e lo attraversa in pochissimi punti, in modo da appoggiare le fondamenta e la struttura del nuovo edificio su di un terreno adeguato.
I due volumi sono stati poi costruiti con elementi in calcestruzzo prefabbricato, il ché ha ridotto i tempi di cantiere. La struttura portante, a carico limitato, libera spazio per grandi campate lungo tutto il perimetro dell'edificio, le quali possono essere trattate in modo opaco, con mattoni, o trasparente, con vetrate, quindi passibili di modifiche in funzione dell'evoluzione degli usi dell'edificio come loft, uffici, unità abitative familiari, ecc.
Il complesso Fort de Vaux di Petitdidierprioux è un progetto di social housing destinato a giovani lavoratori. I 71 appartamenti offrono così superfici compatte e si dividono tra 60 monolocali, 4 minialloggi per persone a mobilità limitata e 7 per piccole famiglie. Gli architetti hanno cercato insomma di garantire la qualità delle abitazioni attraverso una particolare attenzione agli spazi comuni, nonché l’ottimizzazione della vista verso l’esterno. Planimetricamente infatti le unità abitative dislocate nell’edificio basso godono di una vista sul giardino, situato sul retro del lotto, e di ampi corridoi che possono servire anche come aree comuni. Quale contraltare invece quelle della torre offrono una vista panoramica sulla città e le sue arterie.
Fort de Vaux si distingue quindi nel panorama architettonico per la sua posizione e la sua esecuzione, lontana dagli stereotipi legati all’architettura sociale, diventando un esempio per spazi abitativi sovvenzionati di qualità.

Christiane Bürklein

Progetto: Petitdidierprioux - http://petitdidierprioux.com/en/projets-en/
Luogo: Parigi, Francia
Anno: 2019
Immagini: Pierre L'Excellent
 

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×