13-08-2019

Festival des Architectures Vives edizione 2019 Beauty

Association CHAMPS LIBRE,

©photoarchitecture ©FestivaldesArchitecturesVives,

Montpellier, Francia,

Urban Architecture,

Evento,

Il Festival des Architectures Vives anima l’estate di Montpellier, in Francia, dal 2006. Un evento che per la 14a volta ha invitato i visitatori a inoltrarsi nel ricco patrimonio architettonico della città, perché in occasione del FAV vengono aperti palazzi privati e cortili normalmente non accessibili.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Festival des Architectures Vives edizione 2019 Beauty

Festival des Architectures Vives edizione 2019 Beauty L’estate è tempo di festival e il Festival des Architectures Vives, FAV, organizzato attraverso l’associazione CHAMPS LIBRE da Elodie Nourrigat e Jacques Brion, architetti di Montpellier in Francia, è sicuramente uno dei festival d'architettura più interessanti, in quanto oltre a mostrare installazioni avvincenti vuole far scoprire nuove aree urbane.
Ogni opera realizzata da team di architetti, paesaggisti e urbanisti mette in luce il lavoro di una giovane generazione che propone, inventa, sperimenta ed esplora nuovi campi del design per il nostro ambiente. Il festival offre quindi a loro l'opportunità di presentare una realizzazione, attraverso un'installazione, nel cuore della prestigiosa e straordinaria cornice dei cortili di residenze private nel centro storico. Ognuna di esse, quest’anno 16 in tutto, apre un dialogo tra l'architettura storica e le installazioni contemporanee. Inoltre molte opere consentono l'interazione con i visitatori. 
Senza lasciare tracce fisiche, il festival cerca di creare un’esperienza, di avviare una riflessione globale sull'architettura e il suo sviluppo, in un contesto urbano esistente e, infine, di creare un dialogo tra opere contemporanee e patrimonio culturale. Un lavoro affiancato dalla presenza di mediatori, ovvero studenti della Scuola di Architettura di Montpellier che cercano di rafforzare l'apprezzamento delle opere da parte dei visitatori. L'evento è gratuito e riflette il desiderio di aprire l'architettura al maggior numero di persone. Un obiettivo raggiunto, come mostrano i numeri di quest’anno con ben 19mila visitatori nei cinque giorni del festival a inizio giugno, quest'anno sotto il tema della Bellezza.
Come ogni anno sono stati assegnati vari premi alle installazioni. Il premio della giuria è andato a Transformé di Coralie Casanova e Thibaud Bronchart. Un ambiente sabbioso, una perla gigante e il cortile di un edificio, classificato come monumento storico. Questi sono i tre elementi che compongono un'installazione contemplativa e radicale che mette in discussione il legame tra la materia e l'intervento dell'architetto. Evoca così la Bellezza come risultato di un processo creativo, in questo caso l'architettura, ma anche come potenza latente presente nella materia stessa, la quale deve essere solo rivelata. 
Il premio del pubblico è per Papillon D’Or di Cristina Nan, Dirce Medina Patatuchi, Carlos Bausa Martinez. Papillon D’Or, la farfalla dorata, è un'installazione parametrica e scultorea ispirata al movimento aereo di una farfalla e concentra sull'astrazione di questo insetto, simbolo di libertà, effimerità, bellezza, nonché sugli aspetti di leggerezza, colore e uso della luce. L'accostamento tra un design moderno e computerizzato e lo storico sito in cui si inserisce, genera una tensione che trasforma e ridefinisce lo spazio, grazie anche all’interazione dei visitatori attraverso l'uso della luce e dell'ombra. 
Due le menzioni speciali. Una per Notre nid di Maxence Grangeot, un’installazione ludica e partecipativa di un nido realizzato con 50mila mollette in continuo cambiamento. L’altra è invece per Showcase di Lopez Rodriguez Enrique e Berriozabal Armesto Inigo. Un’altra indagine sul concetto della bellezza come qualità intrinseca alla natura. 

Christiane Bürklein

Festival des Architectures Vives 2019 - http://festivaldesarchitecturesvives.com/
Giugno 2019
Montpellier, Francia
Immagini: ©photoarchitecture ©FestivaldesArchitecturesVives
Lista completa dei partecipanti:
- Pavilion 2019: THE BIG WAV(ST)E de WASTE IS MORE: Cyril Rheims & Mathieu Collos de Montpellier, France
- Invited University: Cooper Union for the Advancement of Science and Art with the installation: Manifold / Corps et Cadre  New York City, USA
– Program "Éducation Artistique et Culturelle": Rectorat-ENSAM-FAV 
12 students from Montpellier's School of Architecture, ENSAM,  and 4 primary schools: Jean Moulin, Jeanne d'Arc, Léo Malet, Saint-Exupéry from the Montpellier's Academy
- Transformé - Coralie Casanova et Thibaud Bronchart Paris, France - Jury Award FAV 2019
- Le Papillon d'Or - Cristina Nan, Dirce Medina Patatuchi, Carlos Bausa Martinez Edinburg / London, UK - Public Award FAV 2019
- Notre nid - Maxence Grangeon Thonon-les-bains, France - Special Mention FAV 2019
- Showcase - Lopez Rodriguez Enrique, Berriozabal Armesto Inigo Madrid, Spain / Amsterdam, The Netherlands - Special Mention FAV 2019
- Sel sur cours - Obione Paris, France / Rotterdam, The Netherlands
- Beauté Locale - Muro Atelier Lisbonne, Portugal
- NOfish - Metrotope : Julien Plessis Montrouge, France 
- Arborescence Digitale - Pulpas Studio Murcia, Spain 
- Cour d'eau et de fleurs - Kuma & Elsa Paris, France
- Everybody is beautiful Thrace Design Studio Richmond, USA 

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×