12-07-2021

Empathy Park di studio audal al Seoul International Garden Festival

studio audal,

Cheoung-Yu,

Seoul, Corea del Sud,

Parco urbano,

Paesaggio,

Studio audal, di Quentin Aubry e Zeger Dalenberg, ha firmato a Seoul in Corea del Sud Empathy Park. Si tratta di un parco per tutti, dagli insetti ai piccoli mammiferi, fino ai diversi gruppi di persone. Un’installazione realizzata nell’ambito del Seoul International Garden Festival con la collaborazione dei paesaggisti coreani Timperley Garden.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Empathy Park di studio audal al Seoul International Garden Festival

Empathy Park di studio audal al Seoul International Garden Festival Il governo metropolitano di Seoul (SMG) ha ospitato, dal 14 al 20 maggio, la Seoul International Garden Show (SIGS) presso Malli-dong Plaza, Son Keechung Sports Park e Jungnim-dong. Si tratta di un’iniziativa per promuovere Seoul come città verde e contribuire allo sviluppo dell'industria dei giardini come alla rivitalizzazione dell'economia locale. Che Seoul stia avendo una svolta verde, l’avevamo già visto con il progetto Skygarden Seoullo 7017 di MVRDV, dove dalla riconversione di un viadotto di una superstrada urbana è nato un parco lungo 983 metri.
La Seoul International Garden Show (SIGS), nata nel 2015, è un evento a scadenza annuale che doveva tenersi lo scorso ottobre, ma a causa della pandemia è stato posticipato, offrendo comunque ora ai cittadini di Seoul la possibilità di sperimentare il verde urbano. 
Tra i 58 giardini in mostra troviamo quelli creati dai professionisti di fama mondiale invitati a partecipare, come la famosa paesaggista Martha Schwartz, ma pure quelli da esposizione, selezionati nel 2020 attraverso un concorso internazionale. Uno di questi è Empathy Park di studio audal dell’architetto e ingegnere francese Quentin Aubry, in collaborazione con l’architetto del paesaggio olandese Zeger Dalenberg, già noti ai nostri lettori per la loro partecipazione nel 2019 al rinomato Festival Internazionale dei Giardini di Chaumont-sur-Loire in Francia.
Il tema del concorso della Seoul International Garden Show era "Link Garden, Think Life", con il primario obiettivo di collegare gli spazi urbani disconnessi tramite dei giardini, a cui però si aggiunge la volontà di migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso la natura. Studio audial ha risposto con il progetto Empathy Park, un microcosmo urbano basato sul concetto dell’empatia.
Rivelando i legami locali di una città, Empathy Park è in pratica il prototipo di una toolbox urbana che nel suo sviluppo considera tutti gli utenti. E questo, non solo a livello umano, ma partendo dagli insetti, fondamentali alla biodiversità, per passare dagli uccelli e piccoli mammiferi, fino a giungere alle persone di età diverse. Ma tutti messi sullo stesso piano. Quest’idea nella pratica si è tradotta attraverso l’implementazione di un terreno comune, ovvero un giardino, in cui è dedicata la stessa attenzione a ogni suo possibile utente e a come si muove nello spazio. Ci sarà chi vola, chi cammina, chi ha bisogno del nettare, chi raccoglie dei frutti, chi cerca protezione ecc.
Per questo motivo in Empathy Park vi è lo spazio per ognuno e offre elementi attrattivi, al fine di essere un luogo di incontro e interazione. Le sue porzioni, infatti, sono state sviluppate seguendo diverse caratteristiche, utilizzando, per esempio, fiori scelti per attirare gli impollinatori e “hotel per insetti”, mentre i piccoli mammiferi trovano sottopassi e piante con frutti. In più il progetto integra gli alberi esistenti sul sito e offre una studiata varietà di piante attraenti tutto l’anno. Studio audal, inoltre, ha enfatizzato gli incroci, cioè quei punti dove i vari elementi dedicati ai singoli utenti si intersecano, creando così dei momenti di consapevolezza nel momento dell’incontro.
Infine, per gli esseri umani sono stati creati degli appositi camminamenti e una la struttura in metallo, dalla forma archetipica, che si presta come un selfie-point. A tutto ciò si aggiungono delle panche che invitano a sedersi per osservare questo piccolo parco, al preciso scopo di comprendere quanta biodiversità possa offrire una città, almeno se si è empatici con le altre specie.

Christiane Bürklein

Project: studio audal
Constructor: Timperley Landscape & Garden
Location: Seoul, South Korea
Year: 2021
Images: Cheoung-Yu

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature