25-11-2020

Due rifugi nelle colline di Eastern Washington

Board & Vellum, Swivel Interiors,

John Granen,

Eastern Washington, USA,

case vacanze,

Legno,

Su progetto degli architetti Board & Vellum e gli interni curati da Kathleen Glossa di Swivel Interiors, sono stati realizzati due rifugi con i materiali recuperati da un vecchio fienile. Due strutture accoglienti sulle colline di Eastern Washington che riprendono, in armonia con il paesaggio, il linguaggio dell’architettura vernacolare.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Due rifugi nelle colline di Eastern Washington

Due rifugi nelle colline di Eastern Washington Quando si costruisce in mezzo alla natura, la tendenza di alcuni committenti e progettisti coscienziosi è quella di limitare, nel possibile, l’impatto della costruzione sull’ambiente circostante. Una soluzione non sempre facile, ma nel caso di due piccoli rifugi, realizzati all’interno di un’ampia proprietà nella zona collinosa di Eastern Washington, il compito è stato facilitato dalla presenza di un vecchio fienile risalente alla fine del 1800. Infatti, i committenti hanno deciso di demolirlo per riutilizzarne il legno con tutta la sua patina storica. Il loro scopo? Realizzazione due piccole architetture in altrettante radure già presenti sul sito, in modo da ridurre il numero di alberi da abbattere per facilitarne l’accesso. L’incarico è stato affidato allo studio di architettura Board & Vellum e a Kathleen Glossa di Swivel Interiors, entrambi di Seattle.
Nel suo insieme la prima particolarità che balza all’occhio di queste due piccole architetture è la cura dei dettagli, uguali per entrambe, in quanto mettono in evidenzia la materialità del compensato lasciato a vista in abbinamento al legno recuperato dell’antico fienile. Quest’ultimo materiale, infatti, installato con particolare cura e maestria artigianale, mostra sulla sua superficie tutta la sua storia fatta di cicatrici, usura e licheni, qui oltretutto lasciati intatti. In altre parole, ora è visibile una texture naturale unica nel suo genere in grado di arricchire gli ambienti abitativi. Ed è per accompagnare tanta singolarità che la tavolozza dei materiali, durevoli e di provenienza locale, si compone anche di pavimenti in cemento, rivestimenti in metallo e tetti in latta tipici dell’architettura locale dalla forte connotazione vernacolare. 
Nonostante le dimensioni ridotte, soli 83 metri quadrati, e la semplicità delle forme, i due rifugi sono sorprendentemente spaziosi e dagli ambienti accoglienti, quindi confortevoli per gli ospiti, in qualsiasi stagione vi vengano a soggiornare. 
Negli interni si mescolano alcuni pezzi di design personalizzati e oggetti ereditati, ovvero provenienti dall'armadietto del cliente. Ogni rifugio, inoltre, è riscaldato da una stufa a legna, materia prima che qui ovviamente è a km 0. 
Va, inoltre, ricordato che per lo studio Kathleen Glossa di Swivel Interiors è fondamentale l'autenticità dell’arredamento. Un atteggiamento progettuale ribadito anche dal fatto che le due piccole strutture sono nate quali dependance della casa padronale in cui vengono consumati tutti i pasti, in quanto ubicata a poca distanza e facilmente raggiungibile a piedi. Questo ha permesso a Kathleen Glossa di limitare le attrezzature al minimo, quindi in ogni unità trovano posto solamente un piccolo frigorifero e una macchina per il caffè. 
In conclusione, in merito a queste due piccole architetture, si potrebbe affermare che in luoghi remoti come quello in cui sorgono, immersi nella natura, essere sostenibili è importante, tanto per garantire la longevità della costruzione, quanto per aumentare l’integrazione con il luogo. Proprio come quel vecchio fienile da cui proviene la maggior parte del materiale costruttivo, la cui durata ha da molto superato quella delle vite umane che l'hanno costruito, i due rifugi sono stati edificati per resistere al susseguirsi delle generazioni. In altre parole, si tratta di architetture testimoni del passato, eppure destinate a diventare i contenitori delle memorie del presente e futuro di chi le abita.

Christiane Bürklein

Interiors: Swivel Interiors
Architecture: Board & Vellum
Contractor: Dowbuilt
Blacksmith: Black Dog Forge 
Structural Engineering: CT Engineering, Inc.
Mechanical Engineering: Premier Mechanical & Electrical.
Location: Eastern Washington, USA
Year: 2016
Photography: John Granen

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature