08-08-2016

Dormire in montagna con Null-Stern-Hotel

Svizzera,

Hotel,

riqualificazione,

Il concetto alberghiero “Null Stern”, ovvero zero stelle, che dal 2008 al 2010 ha fatto tanto scalpore torna ora in versione paesaggistica.



  1. Blog
  2. News
  3. Dormire in montagna con Null-Stern-Hotel

Dormire in montagna con Null-Stern-Hotel Il concetto alberghiero “Null Stern”, ovvero zero stelle, che dal 2008 al 2010 ha fatto tanto scalpore torna ora in versione paesaggistica. Gli artisti concettuali Frank e Patrik Riklin, con il managing partner Daniel Charbonnier e in collaborazione con le associazioni turistiche, propongono il letto in montagna.



Dormire sotto le stelle? Un sogno di tanti che adesso si può realizzare grazie alla nuova iniziativa degli artisti concettuali svizzeri Frank e Patrik Riklin e il loro “Atelier für Sonderaufgaben” (atelier per missioni speciali), un progetto creato insieme al loro managing partner Daniel Charbonnier della società Minds in Motion.



L'idea dal motto “NULL STERN -THE ONLY STAR IS YOU” era nato nel 2008 quando si era alla ricerca di una riqualificazione per un rifugio antiatomico, impianto della protezione civile a Sevelen. Per rendere appetibile una proposta di tale tipo in chiave alberghiera gli amministratori locali hanno coinvolto i fratelli Riklin, i quali prontamente hanno creato una nuova idea di pernottamento a “zero stelle”, ma senza rinunciare al comfort e al buon design.



Nel giro di una notte le immagini, e quindi il concept, sono diventati virali, portando premi e riconoscimenti, nonché la collaborazione con Minds in Motion, società internazionale di consulting nel settore alberghiero e turistico, per una commercializzazione dello Zero Star Hotel. Viene così inserita la figura del “butler moderno” che si occupa del benessere degli ospiti con servizi individuali, quali per esempio il caffè della mattina.





Nel 2010 si chiude l'esperienza sotterranea, cercando di portare il concept in altri luoghi. Così nel 2016 si arriva all'idea “Null Stern Revival” nella versione senza immobile (zero real estate), senza pareti e senza tetto! In questo caso realizzata in cooperazione con l'associazione turistica del Safiental (Grigioni). Il progetto prevede di sistemare un letto matrimoniale all'aperto con la gestione  dagli abitanti del luogo, quali proprietari del letto stesso. Un concept interessate che potrebbe essere allargato anche ad altre valli svizzere, rendendo omaggio alla bellezza naturale dei singoli luoghi e diffondendo una nuova idea di ospitalità diffusa.



Dal 2 luglio 2016 si può quindi prenotare una notte nel Safiental, con il comfort di un comodissimo letto e il servizio del butler moderno, al fine di godere di una vista mozzafiato sul panorama alpino e sul cielo stellato. 
Chissà se per la notte di San Lorenzo c'è ancora posto?

Christiane Bürklein

Progetto: Frank e Patrik Riklin, Atelier für Sonderaufgaben http://www.sonderaufgaben.ch/
con Minds in Motion AG http://www.mindsinmotion.ch/
Luogo: Safiental, Grigioni, Svizzera
Anno: 2016
Immagini: courtesy of Atelier für Sonderaufgaben