25-03-2020

Casa per il fine settimana nelle Beskydy Mountains di Pavel Míček Architects

Pavel Míček Architects,

BoysPlayNice ,

Beskydy Mountains, Czech Republic,

case vacanze,

Legno, Cemento,

Lo studio ceco Pavel Míček Architects ha realizzato un piccolo rifugio per il fine settimana a Beskydy. Un’area montagnosa, il cui carattere si rispecchia nelle scelte progettuali degli architetti partite da una riflessione sui materiali da costruzione.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Casa per il fine settimana nelle Beskydy Mountains di Pavel Míček Architects

Casa per il fine settimana nelle Beskydy Mountains di Pavel Míček Architects I Monti Beschidi (Beskydy Mountains) nella Repubblica Ceca sono l'esempio perfetto di una convivenza armoniosa tra uomo e natura: alte montagne boscose, prati di orchidee e l'architettura unica della Valacchia piacevolmente armonizzata con il paesaggio. Si tratta di una catena montuosa, lunga circa 600 km e larga circa 60 km, che inizia nella Silesia sudorientale e nella Moravia nord-occidentale per proseguire verso la Polonia, la Slovacchia e l’Ucraina. Tra le cime più importanti della parte ceca dei Monti Beschidi ci sono il Lysá hora (1.325 m) e lo Smrk (1.276 m). Gran parte dei monti Beschidi sul territorio ceco è stata dichiarata, già nel 1973, area protetta. Si tratta di un luogo che vanta anche una robusta tradizione gastronomica, facendo di questa regione il luogo ideale per un ritiro durante il fine settimana. 
La casa progettata da Pavel Míček Architects si trova letteralmente isolata, non vi sono edifici nelle immediate vicinanze, dove vi sono al massimo alcune fattorie, in quanto l’area è dedita all’agricoltura. Il sito consiste in un selvaggio prato di montagna che degrada verso un burrone ombroso e boscoso con un ruscello e confina, da un lato, con la strada d’accesso.
Il fatto di trovarsi all’interno di un’area naturale protetta la costruzione ha dovuto rispondere a una serie di normative, le quali hanno, in un certo modo, influenzato le scelte progettuali degli architetti, ma non per questo limitato il loro approccio creativo e innovativo.
Le prime idee di Pavel Míček Architects non erano legate allo spazio e al volume da costruire, ma si sono concentrati sul materiale quale strumento di dialogo con il contesto naturale, al preciso scopo di armonizzare l’inserimento di un corpo estraneo sul prato. La loro scelta è caduta su calcestruzzo e legno di larice. Due materiali trattati in modo da renderne evidenti i tratti caratteristici. Hanno così sviluppato una narrativa architettonica che si muove tra gravità e leggerezza, dove il calcestruzzo, quale materiale pesante, viene usato per il piano terra parzialmente interrato. Trovandosi lungo un terreno scosceso si è trasformato idealmente in una grotta accogliente, al cui interno sono state ricavate le camere da letto e i servizi.
Su questo basamento, quasi fosse una roccia naturale, è stata eretta la parte superiore in tavole di larice. Queste, appoggiate l’una all’alta, appaiono come una casa di carte, regalando in tal modo molta leggerezza al volume.
I materiali scelti, il calcestruzzo e il legno di larice, sono in continuità con il paesaggio dei Monti Beschidi. Inoltre, nel tempo il cemento grigio verrà ricoperto di muschio, il legno di larice assumerà una patina grigio-argentata e il sentiero d'accesso in pietra arenaria si vedrà a malapena nell'erba del prato. 
In conclusione, questa casetta dai tratti essenziali si fonde con grande eleganza nell’ambiente, promettendo un soggiorno rilassante in mezzo alla natura.

Christiane Bürklein

Project: Pavel Míček Architects
Location: Beskydy Mountains, Czech Republic
Year: 2019
Images: BoysPlayNice 

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature