31-10-2019

Casa Almudena, progetto di Jesús Perales

Jesús Perales,

Marcela Grassi,

Baix Penedès, Tarragona, Spain,

Ville, Housing,

Mattoni,

Casa Almudena, progettata dall’architetto spagnolo Jesús Perales per una coppia con due figli, è un’abitazione che completa il paesaggio dei vigneti del Baix Penedès presso Tarragona in Spagna e dove condividere il maggior tempo possibile in famiglia



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Casa Almudena, progetto di Jesús Perales

Casa Almudena, progetto di Jesús Perales Guardando le fotografie, realizzate dalla fotografa di architettura Marcela Grassi, Casa Almudena ha qualcosa di famigliare, mostra già attraverso la sua pelle, ovvero le pareti in mattoni industriali a vista, il suo carattere schietto e accogliente.
Sita a Baix Penedès, un comune nella parte meridionale della Catalogna, tra Barcellona e Tarragona, famoso sia per le spiagge che per il vino prodotto nella regione, è pensata per una famiglia con 4 componenti, ognuno dei quali ha qualche hobby, come la musica, il fai da te e la cucina e adora passare il tempo insieme al resto della famiglia.
Un presupposto che ha portato l’architetto Jesús Perales a progettare una casa in cui la voglia di stare insieme e di godere del panorama sul bellissimo vigneto non andasse a scapito della necessaria privacy degli utenti, specialmente nei confronti delle case vicine.
La struttura, con la facciata murata e le aperture di diversa grandezza, si basa su svariati passaggi che sfociano tutti in un elemento centrale: un cortile interno vetrato. Una forma che permette a Perales di creare una casa con percorsi circolari e di collegare visivamente le sue diverse parti.
In questo modo non importa se si prepara la cena mentre i bambini fanno i compiti a casa, oppure si lavora su qualche pezzo fai-da-te, si ha sempre la sensazione che il resto del nucleo famigliare sia in qualche modo presente. Tutte le stanze della zona giorno si aprono così su questo cortile che diventa non solo il fulcro dell’intervento, ma permette anche di convertire la sequenza di stanze in un unico grande soggiorno da vivere come famiglia.
A parte questi passaggi, ogni stanza della casa è stata costruita in modo indipendente, pezzo per pezzo, lavorando con tetti inclinati che danno a ogni stanza un'espressione diversa. I solai sono fatti di cemento e tutta la loro storia è visibile nella cassaforma di cemento svelata dalle imperfezioni del processo di costruzione lasciate a vista. Elementi visibili nelle fotografie di Marcela Grassi e che rendono Casa Almuneda così vera e vissuta.
In effetti, per Jesús Perales i materiali da costruzione sono molto importanti, tanto da lasciarli sempre a vista, senza nulla nascondere. Troviamo ceramica, cemento e legno che, nel processo della costruzione con metodo tradizionale, hanno sempre il loro perché formale ed espressivo. 
Scelte che hanno anche una motivazione sostenibile. Così, ad esempio, una volta completata la struttura, le pareti e i soffitti sono stati isolati con il legno, per garantire un isolamento senza ponte termico, in modo naturale e traspirante. Il riscaldamento a pavimento è a basso consumo e i pannelli solari sul tetto completano la casa, al fine di ridurre il più possibile l’impatto ambientale della nuova costruzione.
Il progetto Casa Almuneda di Jesús Perales ha vinto l’XI Biennale Alejandro de la Sota - Mostra di Architettura di Tarragona nela categoria "Nuova costruzione residenziale".

Christiane Bürklein

Project: Jesús Perales - https://jjesusperales.es/
Collaborators: Anthony Benitez Martin - architect, Marcela Grassi - photographer, Marc Riera Arbós - technical architect 
Location: Baix Penedès, Tarragona, Spain
Year: 2017

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×