29-07-2019

CannonDesign, prototipo di una scuola elementare

CannonDesign,

Robert Benson, Christopher Barret,

Rockford, Illinois, USA,

Scuole & Università, Edifici Pubblici,

La nuova scuola elementare pubblica di Rockford, Illinois, nasce dalla collaborazione dello studio di architettura statunitense CannonDesign con gli scolari.



  1. Blog
  2. News
  3. CannonDesign, prototipo di una scuola elementare

CannonDesign, prototipo di una scuola elementare La nuova scuola elementare pubblica di Rockford, Illinois, nasce dalla collaborazione dello studio di architettura statunitense CannonDesign con gli scolari. Progettando con i bambini, piuttosto che per loro, la nuova architettura scolastica è diventata un luogo che possono sentire proprio.


CannonDesign è stato coinvolto nella realizzazione di una scuola, la quale nasce da un approccio che parte da una progettazione in grado di coinvolgere attivamente i bambini nel processo di creazione del loro ambiente scolastico. Perché questi sono un segmento della popolazione con un potere politico sostanzialmente nullo, se non per procura. Da qui la decisione della dirigenza scolastica della Rockford Public Schools di fare uno esperimento che coinvolgesse non solamente gli architetti dello studio CannonDesign, ma anche gli studenti stessi. Il tutto nella città di Rockford in Illinois che conta tra i suoi allievi molti bambini con un background famigliare difficile. Da qui l’usanza di iniziare ogni giornata scolastica con dei briefing mattutini, pensati per aiutare gli studenti a liberare qualsiasi energia negativa, al fine di poter affrontare la giornata nel migliore dei modi.
Riconoscendo l'importanza di questi briefing gli architetti hanno identificato la necessità di avere più spazio per garantirne  lo svolgimento. Così, bilanciando budget e vincoli, in collaborazione con gli studenti della quarta elementare di Rockford, CannonDesign ha progettato una specie di municipio coperto al centro dell'edificio. Questa sala comune unisce la palestra della scuola, la caffetteria, gli spazi artistici, la biblioteca e altri luoghi pubblici, diventando il vero fulcro della scuola.
Attorno allo spazio centrale si sviluppano le aree didattiche, specificamente progettate per le esigenze delle diverse fasce di età: scuola materna e le cinque classi delle elementari. 
Quale risultato del coinvolgimento degli studenti nel processo di progettazione, la scuola si allontana dalle caratteristiche tradizionali, come i lunghi corridoi e gli oggetti fissi e immobili che inibiscono l'interazione e lo sviluppo delle competenze, per abbracciare un concetto di design che assomiglia a un villaggio più aperto. Un concetto che crea luoghi di collegamento in tutto l'edificio e rafforza il senso di comunità. 
Per evitare che i bambini siano intimiditi dalle dimensioni dell’edificio, con quasi 8mila metri quadrati di superficie, gli architetti hanno realizzato i vari spazi con riferimento ai loro disegni. In questo modo gli ambienti dell’asilo nido sono collegati all’esterno attraverso grandi finestre dalle linee geometriche che partono dal pavimento. Inoltre sono state realizzate anche aperture sul resto della scuola per far comprendere ai bambini la loro collocazione nella comunità. 
Gli arredamenti stessi, disegnati su misura da CannonDesign, sono parte integrante non solo del concetto spaziale, ma anche del percorso di apprendimento, essendo facilmente componibili e prestandosi a giochi e lezioni.
Infine, l'architettura nel suo insieme è stata progettata per riflettere la comunità di Rockford, attingendo alle radici agrarie e industriali della comunità. In questo modo il nuovo polo scolastico è stato suddiviso in volumi più piccoli e riconoscibili, sintetizzando un nuovo prototipo di scuola, sia per gli studenti che per la comunità.

Christiane Bürklein

Progetto: CannonDesign - http://www.cannondesign.com
Luogo: Rockford, Illinois, USA
Anno: 2019
Immagini: Christopher Barret, Robert Benson

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×