09-03-2018

Binom Architects ridisegna l'Instituto Cervantes a Londra

Binom Architects,

Ioana Marinescu,

Londra,

Istituti, Biblioteche,

Recupero,

I progettisti di Binom Architects a Londra, all'interno di un edificio neo-georgiano degli anni '50, hanno realizzato la nuova sede dell'Instituto Cervantes.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Binom Architects ridisegna l'Instituto Cervantes a Londra

Binom Architects ridisegna l'Instituto Cervantes a Londra I progettisti di Binom Architects a Londra, all'interno di un edificio neo-georgiano degli anni '50, hanno realizzato la nuova sede dell'Instituto Cervantes. Una sequenza di spazi interconnessi per ospitare, nella capitale britannica, eventi e la grande biblioteca dell'istituto culturale spagnolo.


Spazi luminosi e fluidi senza separazioni nette contraddistinguono la nuova sede dell'Instituto Cervantes di Londra, trasferitosi da Eaton Square Belgravia a Devereux Court. Ora facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, in quanto non lontana dalla fermata Temple e a pochi passi dallo “Strand”. 
Il progetto è dello studio londinese Binom Architects, fondato nel 2010 dagli architetti Marta Granda Nistal e Gonzalo Coello de Portugal, che da sempre progettano con una particolare attenzione agli aspetti sostenibili. In questo modo possono includere nei loro lavori il benessere degli utenti, nonché l'interazione fra gli stessi e l'architettura. 
Tutti elementi presenti anche nel loro intervento di adattamento di una preesistenza neo-georgiana, risalente al 1951-53 e progettata da Walker Harwood e Cranswick, da poco trasformata nella nuova sede dell'istituto culturale spagnolo.
Il fulcro del progetto è la biblioteca a doppia altezza, pensata quale spazio per eventi, ma anche come vano di distribuzione, in quanto vi si trova l'iconica scala che porta ai livelli superiori, fungendo inoltre da segno distintivo per gli ambienti condivisi. 
Gli spazi, dai pavimenti in legno e le pareti bianche, sono stati vivacizzati dagli architetti attraverso all'uso del colore rosso. Questo diventa così una sottile striscia nel corrimano delle scale, ritorna sulle pareti delle classi, nell'ingresso con la reception e nelle scrivanie della biblioteca.
Il programma architettonico complessivo realizzato da Binom Architects comprende anche le 14 aule, nonché gli spazi amministrativi. Il tutto pensato come sequenza fluida di spazi interconnessi ottenuti grazie all'utilizzo di pareti e porte in vetro. Pur garantendo il comfort acustico dei singoli ambienti queste creano un dialogo visivo e diffondono la luce naturale che entra dalle grandi finestre arrotondate del palazzo.
Il progetto di Binom Architects per l'Instituto Cervantes a Londra si distingue quindi per i suoi spazi accoglienti e funzionali dall'atmosfera luminosa e serena, senza però stravolgere il fascino della preesistenza storica. Anzi qui il suo essere un edificio d’annata diventa un valore aggiunto per gli stessi progettisti a tutto vantaggio del risultato progettuale complessivo.

Christiane Bürklein

Architect: Binom Architects (Marta Granda Nistal, Gonzalo Coello de Portugal, Laura Cañizares)
Structural Engineer: Dan Wilkinson
M&E Services: Garcia Engineering
Contractor: Plaintec
Location: London, UK
Year: 2018
Photographer: Ioana Marinescu

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×