08-06-2018

Biennale 2018, Anna Heringer: Freespace per le donne del Bangladesh

Didi Textiles, Anna Heringer, Veronika Lena Lang,

Biennale di Venezia,

Biennale di Venezia,

Nei nostri giri alla 16a Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia siamo stati anche alle Corderie dell’Arsenale.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Biennale 2018, Anna Heringer: Freespace per le donne del Bangladesh

Biennale 2018, Anna Heringer: Freespace per le donne del Bangladesh Nei nostri giri alla 16a Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia siamo stati anche alle Corderie dell’Arsenale. Un ambiente iconico con partecipazioni scelte dalle curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara secondo il tema Freespace. Vi presentiamo la mostra di Anna Heringer, architetto tedesco noto per il suo approccio equosolidale.


Alla sua seconda partecipazione a una Biennale di Architettura, l’edizione scorsa era presente insieme a Martin Rauch e Andres Lepik con Mud WORKS!, l’architetto tedesco Anna Heringer a FREESPACE porta un altro tema molto caro alla sua ricerca: THIS IS NOT A SHIRT.  In questo caso indaga il mondo del lavoro tessile in Bangladesh.
Che il settore moda abbia un grandissimo impatto ambientale e sociale lo abbiamo visto anche durante il Fuorisalone di quest’anno con la mostra WASTE NO MORE, presentata da Eileen Fisher con Edelkoort Exhibitions nelle gallerie di Ventura Centrale (link). Allo stesso modo Anna Heringer propone THIS IS NOT A SHIRT. Infatti questo architetto tedesco lavora da molti anni con un approccio equosolidale prevalentemente in Bangladesh, dove la sua scuola METI ha vinto nel 2007 il prestigioso Aga Khan Awards. La mostra è basata sull’iniziativa Didi Textiles, fondata da Anna Heringer quale architetto e Veronika Lena Lang come sarta, ed è realizzata in collaborazione con l'organizzazione non governativa del Bangladesh Dipshikha per lo sviluppo rurale.
Al centro dell’allestimento, colorato e gioioso, c'è la cultura tessile del Bangladesh che si sta perdendo, nonostante più di 4 milioni di persone, in particolare donne, vivono della fabbricazione di prodotti tessili in Bangladesh. L'obiettivo dell’industria dell'abbigliamento è quello di raggiungere gli standard globali di qualità e condizioni lavorative, a cui si aggiungono gli sviluppi tecnologici globali che con grande probabilità sostituiranno presto il lavoro manuale, lasciandosi dietro un vuoto occupazionale disastroso per questa regione.
Il team Didi Textiles incoraggia quindi le donne a mettere a frutto la loro abilità artigianale nella creazione di stoffe di recupero, antica prassi nel Bangladesh rurale, dove una donna riceve dalla sua famiglia un sari all’anno in occasione della principale festività religiosa. Ovviamente questi sari si consumano e vengono riciclati in coperte, cucendo a mano circa sei strati di questi vestiti di cottone. Anche queste coperte sono soggette a usura e così, negli anni, riaffiorano i disegni originali in un gioco di stratificazioni e ricordi. Sono tali tessuti a essere la base dell’iniziativa Didi Textiles, grazie alla trasformazione o upclycling degli stessi in abiti dal design contemporaneo, rigorosamente confezionati a mano e seguendo le tradizioni tessili locali. Perché per migliorare la qualità della vita di queste donne il processo è importante quanto il prodotto. 
THIS IS NOT A SHIRT dello Studio Anna Heringer parla quindi di un FREESPACE molto particolare: la libertà per queste donne di non doversi trasferire in città per mettersi a servizio delle grandi fabbriche tessili, ma di poter vivere e lavorare presso la propria famiglia nella comunità rurale. Perché come ha detto Shelley McNamara in occasione di un’intervista: “(architecture) it’s like the slow-food movement – you can sometimes operate at a very small scale and have an impact”.
In occasione della Biennale di Architettura, Studio Anna Heringer con Didi Textiles ha lanciato una campagna crowdfunding per sostenere concretamente questa iniziativa e la costruzione di un nuovo centro, a Rudrapur, che sorgerà accanto a METI e DESI e sarà dedicato a persone disabili.

Christiane Bürklein

THIS IS NOT A SHIRT
Studio Anna Heringer - http://www.anna-heringer.com
16a Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia
dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Arsenale, Venezia
Immagini: courtesy of Anna Heringer e Didi Textiles - Stefano Mori, Anna Heringer
Crowdfunding: https://wemakeit.com/projects/didi-textiles

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature