10-02-2020

The Arches Project, recuperare spazi abbandonati a Londra

Boano Prišmontas,

Boano Prišmontas,

Londra,

Co-Working,

Lo studio di design e architettura londinese Boano Prišmontas e Meanwhile Space CIC, un’impresa sociale pionieristica e all'avanguardia di uso temporaneo di spazi abbandonati, hanno realizzato, in collaborazione con GLA, Lambeth Council e Network Rail, ora Arch Company, a Loughborough Junction, London, una strategia di riuso di architetture ferroviarie per favorire nuove piccole imprese.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. The Arches Project, recuperare spazi abbandonati a Londra

The Arches Project, recuperare spazi abbandonati a Londra Nelle nostre città abbondano i luoghi abbandonati, quale conseguenza dei cambiamenti socioeconomici. Vi sono edifici, aree urbane e spazi aperti che si trovano in una sorta di limbo, quando non vi sono più gli usi originari e neppure nuovi programmi e progetti di riuso. In questo periodo di transizione, che può essere più o meno lungo, si possono sperimentare attività e progetti temporanei (usi ad interim) che possono offrire nuovi scenari di rigenerazione urbana
Un ruolo molto importante in questo senso lo giocano le infrastrutture delle ferrovie, si pensi solo agli spazi impressionanti dietro alla Stazione Centrale di Milano, una delle mete più gettonate durante il Salone del Mobile. 
The Arches Project dello studio di design ed architettura londinese Boano Prišmontas, di Tomaso Boano and Jonas Prišmontas, e Meanwhile Space si inserisce in questo filone progettuale. Dal 2017, Boano Prišmontas e Meanwhile Space hanno lavorato con GLA, Lambeth Council e Network Rail (ora Arch Company) per realizzare una strategia che, grazie al design, potesse riattivare i luoghi abbandonati, proponendoli quali sede per piccole imprese.
Boano Prišmontas ha infatti ideato un sistema strutturale, realizzato in digitale, che adotta tecniche di giunzione a secco. Non a caso, l'obiettivo di questo progetto, nato da un concorso di progettazione lanciato da Meanwhile Space nel 2017, è quello di creare un kit di elementi facilmente assemblabili e riposizionabili, dedicati agli spazi abbandonati, come gli archi ferroviari e i parcheggi a più piani, per nominare solo alcuni dei famosi non-luoghi tanto cari a Marc Augé. Ma il vero valore di questo progetto risiede nell’approccio nomade, temporaneo e sostenibile. Infatti, Boano Prišmontas e Meanwhile Space cercano di lavorare in sinergia con gli sviluppatori e i comuni, al preciso scopo di elaborare strategie di rigenerazione urbana a breve e medio termine, in modo che possano diventare utili alla rapida creazione di spazi dedicati a imprese e start-up.
Il progetto proposto da Boano Prišmontas è stato quindi scelto dalla giuria del concorso perché è autoportante, fornisce un’ambiente sicuro all’interno dello spazio da rivitalizzare, può essere assemblato facilmente ed è ripetibile, nonché conveniente. 
Nello specifico consiste in unità modulari in compensato tagliato a CNC che sostengono, coprendo una campata massima di 7,5 m, le travi, l’isolamento e il rivestimento esterno in policarbonato. Va qui messo in evidenza però l’aspetto sostenibile dell’intero progetto, poiché tutto il legno compensato è di betulla certificata e, grazie a un’attenta fase di studio e prototipazione, ogni pezzo quando viene tagliato è geometricamente efficiente, riducendo al minimo gli sprechi di materiale. Inoltre, dai ritagli sono stati ricavati diversi pezzi di design, mentre la polvere di compensato, risultante dal processo CNC, viene riutilizzata quale substrato per pannelli di materiale bio-plastico (micelio).


In fine, la facilità costruttiva e di smantellamento rende The Arches Project estremamente flessibile, nonché utilizzabile su larga scala. Ad esempio, gli archi ferroviari di Loughborough Junction a Londra, quali architetture industriali in disuso, sono stati trasformati in un vero hub creativo, dove, grazie all’intervento di Boano Prišmontas e Meanwhile Space, possono nascere nuovi ambienti per la vita urbana, in grado di ospitare ogni tipo di attività commerciale e spazi produttivi come studi, laboratori, officine, negozi, microbirrifici e aree di coworking, per citarne alcuni. 
Il progetto è in lizza per il Building of the Year Award di Archdaily nella categoria Best Applied Projects.

Christiane Bürklein

Progetto: Boano Prišmontas
Luogo: Loughborough Junction, London, UK
Anno: 2019
Immagini: Courtesy of Boano Prišmontas

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature