1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Asymptote Architecture

Asymptote Architecture


Biografia

Asymptote si è distinto come pioniere delle più avanzate tecnologie digitali di rappresentazione dell’architettura. Fondato da Lise Anne Couture e Hani Rashid con sede a New York, lo studio è una realtà internazionale che fonda il proprio approccio sulla comprensione delle diverse esigenze dei clienti, in quanto espressioni di una società multiforme che chiede di essere compresa e valorizzata.
I lavori spaziano dal progetto di aree urbane al disegno industriale, dai centri culturali, agli allestimenti, alle installazioni al confine con l’arte. I sistemi di visualizzazione avanzata del progetto vanno di pari passo con le soluzioni ingegneristiche d’avanguardia, che tengono conto dei criteri della sostenibilità ambientale.
La dedizione alla ricerca ha spinto Asymptote ad affrontare progetti futuribili con un approccio multidisciplinare che ha prodotto immagini visionarie e sperimentali.
Per queste motivazioni, svariate opere dello studio newyorkese sono state incluse in collezioni private ed esposte in prestigiosi musei nel mondo come il MOMA di New York, il Netherlands Institute of Architecture (NAI), la Pinakothek der Moderne a Monaco di Baviera, il San Francisco Museum of Modern Art, il Centre Pompidou a Paris, il Frac Centre di Orléans, e il Solomon R. Guggenheim Museum di New York. Numerosi sono anche i riconoscimenti internazionali conseguiti come l’AIA NY chapter award, il Middle Eastern Architecture Awards, Le Grand Prix de l’Architecturedi Parigi e il Frederic Keisler Prize 2004.
 
Asymptote Architecture opere e progetti famosi
 
- ARC River Culture Multimedia Theater Pavilion, Daegu (Corea del Sud), 2012
- 166 Perry street residences, New York (USA), 2010
- Yas hotel, Abu Dhabi (UAE), 2009
- VW Knowledge Gate Installation and Computer Generated Information Design, Wolfsburg (Germania), 2006
- Alessi Flagship store, New York (USA), 2006
- Metamorph Installations and Exhibition Design, Biennale di Architettura, Venezia (Italia), 2004
- Carlos Miele Flagship, New York (USA), 2003
- Mostra “Moving Pictures”, Bilbao (Spagna), 2003
- Padiglione HydraPier, Haarlemmermeer (Olanda), 2002
- Mostra “Domestic Space in Spanish Contemporary Architecture”, Madrid (Spagna), 2000
- Guggenheim Virtual Museum, 2000
- Virtual-reality 3D Trading Floor per il New York Stock Exchange,  New York (USA), 1999
 
Sito ufficiale
 

Intervista

Zanchi: A questo punto potremmo parlare di Coderch che teorizza una declinazione locale dell'architettura moderna: quale è la sua personale interpretazione della lezione di Coderch?

Josep Llinàs: Coderch è molto importante in Spagna non soltanto perché era un bravissimo architetto ma anche perché é riuscito a fondere l'architettura moderna con quella popolare.
Molte abitazioni da lui progettate riescono a creare connessioni non solo con la cultura internazionale, in quanto assolutamente contemporanee, ma anche con l'architettura anonima come può essere quella della costa spagnola. Il ruolo di Coderch è fondamentale per la Spagna.

Correlati: Josep Llinàs

Correlati: Asymptote Architecture


Correlati

13-12-2019

JCA Living Lab vince il World Interior of the Year 2019

Il 6 dicembre ad Amsterdam si è concluso l'INSIDE Festival of Interiors 2019. Oltre 90 i...

More...

12-12-2019

Le architetture residenziali di 2b architectes a Losanna e Gaou Bénat

Due recenti progetti residenziali dello studio 2b architectes. Due progetti di trasformazione e...

More...

11-12-2019

Tempodacqua la Biennale di Architettura di Pisa

"È stata un successo" ha dichiarato Alfonso Femia, direttore della terza edizione della...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×