27-05-2021

Addio a Paulo Mendes da Rocha

Paulo Mendes da Rocha,

San Paolo, Brasile,

È morto l'architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha, premio Pritzker nel 2006 e Leone d'oro alla carriera nel 2016. Solo pochi giorni fa, nel corso della conferenza stampa per l'inaugurazione della 17. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, il curatore della mostra Hashim Sarkis aveva citato l'architetto brasiliano ricordando la sua visione dell'architettura come l'arte di delineare l'imprevedibile e quindi di anticipare il futuro.



Addio a Paulo Mendes da Rocha

Il 23 maggio 2021, a 92 anni è morto l'architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha, la notizia è stata diffusa dalla famiglia attraverso i social media e poi ripresa dalla stampa internazionale. Importante figura dell'architettura brasiliana e internazionale, Paulo Mendes da Rocha era stato definito "uno degli architetti più audaci del ventesimo secolo" dalla giuria del Premio Pritzker che aveva ricevuto nel 2006, secondo architetto brasiliano premiato nella storia del premio dopo Oscar Niemeyer. E nella motivazione del Leone d'oro alla carriera ricevuto nel 2016: “Una persona capace di unirsi a imprese condivise e collettive, e anche di attrarre gli altri a combattere per la causa del miglioramento dell’ambiente edificato”.

Paulo Mendes da Rocha era nato a Vitória, in Brasile, nel 1928 e si era laureato alla Facoltà di Architettura e Urbanistica Mackenzie di San Paolo nel 1954, rimanendo per tutta la sua vita profondamente legato alla città brasiliana. È qui, infatti che nel 1955 apre il suo studio e realizza alcune delle sue opere più importanti. La sua prima opera, il Club Atletico Paulistano di San Paolo realizzato nel 1957, mostra chiaramente l'influenza dell'architettura di João Batista Vilanova Artigas, iniziatore di quella che è stata definita scuola paulista dell'architettura brasiliana, e ne ha tutti gli elementi caratteristici come l'uso del calcestruzzo armato a vista, spazi ampi aperti e razionali. Dal 1961, Paulo Mendes da Rocha ha affiancato alla sua attività professionale quella accademica tenendo lezioni presso la Facoltà di Architettura e Urbanistica dell'università di San Paolo. Dopo alcune interruzioni, dovute al regime militare che nel frattempo si era insediato in Brasile, è tornato a insegnare nella stessa università una prima volta nel 1980 e infine nel 1998 quando è diventato professore ordinario di progettazione architettonica.

Nell'attività professionale, Paulo Mendes da Rocha ha spesso progettato opere nel settore pubblico, tra le più importanti il padiglione brasiliano all'Expo '70 a Osaka, il Museo di Arte Contemporanea (1975) all'Università di San Paolo e sempre a San Paolo altre opere come: lo showroom Forma Furniture (1987), il Museo Brasiliano di Scultura MUBE (1987-1992), il progetto di ristrutturazione della Pinacoteca do Estado (1993-1998) che gli valse il premio Mies Van der Rohe per l'America Latina; tra le opere realizzate in Europa: il Nuovo Museo Nazionale delle Carrozze di Lisbona (2015).
Alle architetture progettate da Paulo Mendes da Rocha, la critica ha riconosciuto sempre una profonda comprensione della poetica dello spazio e un forte senso di responsabilità sociale. Un elemento che emerge leggendo le motivazioni dei molti premi ricevuti dall'architetto nel corso della sua vita. Le sue architetture, indipendentemente dal fine o dalla funzione per cui sono progettate, sono sempre guidate dalla volontà di soddisfare le esigenze umane sia sociali che estetiche degli utenti e della società più ampia. A questi progetti viene inoltre riconosciuto un altro importante merito, quello di resistere alla prova del tempo, sia dal punto di vista stilistico che fisico. Oltre al già citato Pritzker Prize nel 2006 e al Leone d'Oro alla Carriera assegnato alla 15. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, curata dall'architetto Alejandro Aravena, sempre nel 2016 Paulo Mendes da Rocha ha ricevuto il Praemium Imperiale International Arts Award per l'Architettura e nel 2017 la Royal Gold Medal del RIBA.

(Agnese Bifulco)


Images courtesy of Wikipedia
(Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International, Creative Commons Attribution 3.0 Unported, the Creative Commons Attribution 2.0 Generic)


Pinacoteca do Estado de São Paulo: photo by Nani Carneiro, Gaf.arq, Sailko, Rodrigo Soldon, Orlando Tadeu
Museu Nacional dos Coches Lisbona: photo by Bosc d'Anjou, D s p m,


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature