14-08-2020

3andwich Design / He Wei Studio: Ristrutturazione dell’Arsenale 809

3andwich Design,

Hotel, Centri Commerciali,

Interessante riqualificazione di un complesso di archeologia industriale nella Cina centrale di 3andwich Design / He Wei Studio. L’Arsenale 809, che un tempo costruiva maschere antigas, è oggi un resort, ma tutti i segni storici sono conservati nella riqualificazione funzionale e una nuova lobby simboleggia il passaggio dal passato al presente.



3andwich Design / He Wei Studio: Ristrutturazione dell’Arsenale 809

Il progetto chiamato Arsenale 809 di 3andwich Design / He Wei Studio a Yichang City, nella provincia di Hubei, in Cina, offre un punto di vista sul tema della riqualificazione funzionale oggi per l’architettura cinese. Negli ultimi anni Floornature ha raccontato numerosi progetti di ristrutturazione condotti in particolare nel territorio rurale della Cina, dove la riscoperta della storia e del suo valore sembrano aver assunto fortissima importanza nella consapevolezza degli architetti. Un diverso passo, che sta allontanando la cultura cinese dalla più diretta equazione tra nuova costruzione e business, tra consumo di suolo e mercato.
Ci troviamo ai margini di Yichang City, lungo il corso del fiume Xialuo, un territorio con morfologia carsica, grandi dislivelli e complesse condizioni geologiche. Si tratta di una delle migliori località di vacanza per i cittadini di Yichang durante l’estate, l’acqua è pulita, si può fare il bagno e ci si può dedicare a lunghe passeggiate. Qui, nella parte centrale dello Xialao Creek, su un’area di circa 3 ettari, sorgeva il vecchio arsenale 809, un nucleo di fabbriche militari che produceva principalmente maschere antigas. Gradualmente chiuso, fu poi completamente abbandonato negli anni’90, e così rimase fino a quando, qualche anno fa, il Yichang Traffic Tourism Industry Development Group decise di ristrutturarlo per realizzare un resort. Differentemente da quanto potrebbe far pensare questo tipo di operazioni immobiliari, i committenti avevano ben presente il valore storico del complesso e desideravano che non fosse perduta la memoria che esso custodiva, sicché il progetto di 3andwich Design / He Wei Studio è stato condotto rispettando le murature originali dei diversi blocchi edilizi e associando a ciascun volume del complesso la funzione più affine a quella originaria.
Su una superficie costruita di circa 130.000 metri quadrati, l’intervento ha realizzato, tra volumi di nuova costruzione e ristrutturati, un hotel con guest room, un ostello, due ristoranti, una sala da te, una reception, una lobby, una sala di lettura, un laboratorio per attività varie, un centro per famiglie e un auditorium. Si trattava già in origine di un sito molto ampio e articolato: quelli che un tempo erano i dormitori degli operai dell’arsenale a nord sono stati riqualificati come guest room e ostello, assecondando la suddivisione in camere di dimensioni contenute e privilegiando la vista sul paesaggio naturale, mediante realizzazione di nuovi affacci e cambio di circolazione. Verso sud il vecchio edificio a tre piani degli uffici è stato adattato funzionalmente a uso ristorante, mantenendo e rinforzando le murature originali. Verso sud-est, il locale della caldaia è oggi adibito ad auditorium.
A simboleggiare il rinnovamento del sito e la riqualificazione con cambio di destinazione d’uso, i progettisti hanno realizzato la lobby, un corpo edilizio complesso, dai colori intensi e dai materiali in forte contrasto con quelli tradizionali delle vecchie strutture. Il netto contrasto formale e compositivo vuole essere una dichiarazione d’intenti, oltre a ricondurre sull’hotel l’attenzione dei turisti in arrivo nella zona.
Per comprendere il valore dell’operazione di ristrutturazione compiuto e le motivazioni di tanta attenzione alla conservazione, è necessario accennare al significato di questo Arsenale in senso storico. Nel corso degli anni ’60 infatti Mao Zedong, come Presidente della Repubblica Popolare Cinese, preoccupato dei possibili attacchi americani e sovietici, ordinò l’evacuazione dei principali impianti militari e delle industrie ad essi correlate dalle regioni del Nord-Est, confinanti con l’URSS e dalla regione costiera, e li trasferì, con un costoso piano di industrializzazione delle zone più impervie, nel centro della nazione. Secondo questa che passò alla storia come la politica del Terzo Fronte, numerosi arsenali militari furono costruiti nella Cina centro-occidentale in quel decennio. Con lo sviluppo dell’economia cinese in altri settori, quelle fabbriche, progressivamente abbandonate, sono oggi pesante testimonianza di un periodo storico che la Cina non vuole dimenticare, ma allo stesso tempo cerca di trasformare in luoghi vitali.
Interessate è la sintesi che 3andwich Design / He Wei Studio è riuscita a progettare basandosi sui rilevamenti patrimoniali e aggiornando le strutture in termini di sicurezza, di corretta distribuzione spaziale e circolazione. L’analisi di scala ha consentito di ricollocare funzionalmente i blocchi esistenti: le officine più spaziose sono state adibite a laboratori per attività, i locali tecnici di scala media sono stati trasformati in ristoranti e le sale di lettura, i dormitori degli operai sono stati sfruttati per le camere. È stata rilevata e rispettata la differente età dei blocchi, facendo emergere a seconda dei casi le “murature a sacco” in pietre e mattoni, riempiti con pietrisco e scarti di lavorazione, e gli elementi prefabbricati in cemento. D’altra parte, le esigenze contingenti hanno reso necessaria, in certi casi, la trasformazione dei layout dei piani: in particolare per valorizzare la vista verso ovest, cioè verso le cime opposte al fiume, la circolazione tra le camere, che avveniva mediante ballatoi, è stata spostata sul fronte est e al posto dei corridoi originali demoliti sono stati costruiti nuovi balconi privati. La pianta trapezoidale e il colore bianco degli aggetti entrano in contrasto con la muratura storica di mattoni rossi e pietre, evidenziando le trasformazioni dell’edificio.
Al nuovo masterplan serviva poi un landmark, un’architettura che fosse portale, punto di separazione tra programma pubblico e funzioni private, snodo di circolazione. Tutte queste sono le ragioni alla base della nuova lobby, un edificio di grande dinamismo che risulta dall’intersezione di 4 volumi molto ben distinti e in tensione tra loro. Dall’esterno e da lontano, quest’architettura potrebbe essere descritta come un anello di vetro, poggiato su un basamento di cemento e attraversato da due tunnel di acciaio colorati. In concreto, si tratta di una struttura su tre livelli, con la hall dell’hotel al piano terra, la lobby vera e propria, collegata mediante il “corridoio arancione” al ristorante accanto, e una sala espositiva circolare e trasparente al secondo. Il tunnel obliquo è in realtà una scala esterna, di metallo traforato particolarmente suggestivo per i suoi giochi di luce diurni e notturni. I quattro elementi costitutivi danno la sensazione di appoggiarsi l'uno sull'altro per accatastamento, ma in realtà ogni struttura è indipendente e autoportante. La sala espositiva circolare è supportata da grandi colonne d'acciaio, disposte a 120 gradi, non visibili esternamente.

Mara Corradi

Architectural and interior design: 3andwich Design / He Wei Studio
Principal architects: He Wei, Chen Long
Design team: Zhao Zhuoran, Li Qiang, Song Ke, Zhang Tianyan, Li Xinglu, Sang Wanchen, Wu Qiancheng (intern), Huang Shilin (intern), Zhou Qi (intern), Li Wan (intern)
Landscape conception design: 3andwich Design / He Wei Studio
Project address: Yichang City, Hubei Province, China
Client: Yichang Traffic Tourism Industry Development Group Co., Ltd.
Structural consultant: Pan Congjian
Lighting design: Zhang Xin Studio at the Architecture School of Tsinghua Universtiy
Lighting design team: Zhang Xin, Han Xiaowei, Zhao Xiaobo, Wang Dan, Song Boyi, Tao Longjun
Design time: 2017
Completion time: April 2020
Site area: 30000 sqm
Construction area: 12900 sqm (in total), 8300 sqm (hotel)
Architectural working drawings: Beijing VAGE Institute of Architectural Design & Planning Co., Ltd
Interior working drawings: Beijing Hongshang International Design Co., Ltd
Photos: 02 © Song Jinge, 18 © Cao Jinjun


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature