13-07-2011

194X-9/11: American Architects and the City

Ludwig Mies van der Rohe, Steven Holl, OMA,

USA, MoMA, New York, USA,

contemporaneo,

Mostra, Forum,

Gli architetti americani e la città, il periodo preso in esame va dalla seconda guerra mondiale al decennale dell'attentato alle Torri Gemelle, e presenta anche i progetti finalisti per la ricostruzione di Ground Zero.



194X-9/11: American Architects and the City La sezione di architettura e design del MoMA,  ospita la mostra "194X–9/11: American Architects and the City" che si propone di esaminare il lavoro degli architetti americani nel contesto del rinnovamento urbano degli Stati Uniti.
Il periodo preso in esame parte dalla seconda guerra mondiale attraverso le critiche degli anni '60 e '70 fino al periodo contemporaneo, con il dibattito a seguito della ricostruzione di Ground Zero.

Attraverso 85 disegni e modelli è presentato il lavoro di architetti come Ludwig Mies van der Rohe, Louis Kahn, Leon Krier, Paul Rudolph, Steven Holl, Rem Koolhaas e OMA, United Architects, e vengono riscoperte figure importanti come quella di James Fitzgibbon.

Il titolo è legato ad una iniziativa lanciata nel 1942 dalla rivista Architectural Forum, all'indomani della discesa in campo degli Stati Uniti, quando un gruppo di 23 architetti americani tra cui: Mies van der Rohe, Kahn, ed Eames fu invitato a progettare una futura città americana del dopoguerra per una rivista denominata "194X".

di Agnese Bifulco

Titolo: 194X–9/11: American Architects and the City
Date: 1 luglio 2011 - 2 gennaio 2012
Luogo: MoMA, New York USA
Immagini: courtesy of The Museum of Modern Art

moma.org