27-07-2015

ZUS The Luchtsingel Rotterdam prima infrastruttura crowdfunding

Ossip van Duivenbode,

Rotterdam,

News

Completata la prima infrastruttura pubblica realizzata con una iniziativa di crowdfunding è il Luchtsingel, un ponte pedonale progettato a Rotterdam dallo studio d'architettura ZUS.



ZUS The Luchtsingel Rotterdam prima infrastruttura crowdfunding

In occasione della giornata dell'architettura (Dag van de Architectuur) che si è svolta il 20 giugno a Rotterdam è stato inaugurato il Luchtsingel, un ponte pedonale lungo 400 metri che collega tre quartieri del centro città e prima infrastruttura pubblica realizzata grazie ad una iniziativa di crowd-funding. Il progetto è dello studio d'architettura ZUS, studio multidisciplinare sull'architettura e il paesaggio fondato nel 2001 da Elma van Boxel e Kristian Koreman.

Il ponte crea un importante collegamento pedonale tra diversi edifici ed altri elementi importanti presenti nell'area della stazione: lo Schieblock ad esempio un incubatore di nuove imprese, il Pompenburg Park un'area giochi per bambini con orto, il tetto della Hofplein Station un'area verde per eventi, ecc. Il progetto era stato realizzato nel 2011 da ZUS. Nel 2012 lo studio d'architettura, come co-curatore della Biennale Internazionale di Architettura di Rotterdam, ha presentato per l'area ribattezzata “Test Site Rotterdam” diciotto progetti collegati dal Luchtsingel come unico percorso pedonale. Sempre nel 2012 per realizzare il ponte pedonale è stata lanciata l'iniziativa di crowd-funding “I Make Rotterdam” con 25 euro di contributo era possibile avere il proprio nome su un asse del ponte e ne sono state vendute oltre 8000.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of ZUS, photo by Fred Ernst, Ossip van Duivenbode
http://www.zus.cc/


GALLERY

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Fred Ernst

Images courtesy of ZUS, photo by Fred Ernst

Images courtesy of ZUS, photo by Fred Ernst

Images courtesy of ZUS, photo by Fred Ernst

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode

Images courtesy of ZUS, photo by Ossip van Duivenbode


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy