29-08-2018

Westway Architects: Cantina Santa Margherita in Veneto

Westway Architects,

Moreno Maggi,

Edifici Commerciali, Cantine,

A Fossalta di Portogruaro, lo studio italiano Westway Architects conclude il progetto del complesso vinicolo Santa Margherita, partito nel 2008 e dieci anni dopo ultimato con il Nuovo Imbottigliamento, che si inserisce in un masterplan ispirato all’idea del borgo.



Westway Architects: Cantina Santa Margherita in Veneto La prestigiosa storia della Cantina Santa Margherita sale oggi all’attenzione pubblica grazie alla decisione di riqualificare esteticamente e funzionalmente le principali strutture produttive di Fossalta di Portogruaro, con un progetto affidato allo studio italiano Westway Architects partito nel 2008.
Circa dieci anni di lavori per portare alla luce, attraverso nuove edificazioni e restyling delle facciate, i valori del complesso vinicolo Santa Margherita che nasce nel lontano 1935 e a cui oggi guardiamo come a un pezzo di storia dell’Italia. All’epoca il Conte Gaetano Marzotto, erede di una dinastia di imprenditori tessili che aveva i propri impianti a Valdagno in provincia di Vicenza, intuì che la vasta pianura paludosa compresa tra Fossalta di Portogruaro e la laguna veneta aveva un forte potenziale agrario e decise di farla bonificare. Mille ettari di terreno fertile furono coltivati e supplirono alla crescente domanda di beni alimentari che l’Italia aveva cominciato a esprimere in quegli anni di avvio dell’industria e della prima urbanizzazione. Intitolata la tenuta all’amata moglie Margherita Lampertico Marzotto, il conte decise di impiantarvi anche la coltivazione tradizionale della vite e questa fu la svolta economica. Con la fine della guerra si decise di puntare sul vino di qualità, come tendenza che avrebbe ripagato negli anni. La coltivazione uscì dai confini di Fossalta e nell’Alto Adige sperimentò il Pinot Grigio e la sua vinificazione in bianco. Un grande successo in Italia che portò il nome di Marzotto anche all’estero e che si accompagnò al costante avanzamento nella sperimentazione produttiva. 
Allo scopo di rincorrere lo stato dell’arte in termini di impianti, la volontà di rinnovamento della sede di Villanova, una piccola frazione di Fossalta, ha richiesto nel tempo anche il restyling e il controllo dell’impatto edilizio sul paesaggio. In funzione di questo nel 2008 l’azienda ha coinvolto lo studio Westway Architects che affrontato il progetto per fasi, intervenendo sulla riqualificazione delle aree di stoccaggio poi sulla vinificazione, successivamente sulla cantina e sugli uffici, concludendo il piano nel 2017 con la realizzazione dell’edificio destinato all’imbottigliamento. Il masterplan è guidato dall’ispirazione al borgo, nell’idea di fondare una sorta di nuovo centro. Una cittadella del vino al confine ovest del nucleo di Villanova Santa Margherita, edificato negli anni Cinquanta proprio dal Conte Marzotto, un progetto virtuoso di convivenza tra fabbrica e abitato.
Il nuovo edificio dell’imbottigliamento e dello stoccaggio sorge al posto di uno dei padiglioni della vecchia fabbrica degli anni Trenta, che presentava una successione di blocchi con tetti a doppia falda che sono stati ripresi nel nuovo progetto quale elemento distintivo del nuovo corso, ma allo stesso tempo di legame con la storia del sito industriale.
Mentre all’interno gli impianti sono allocati in un ambiente unico con copertura in legno lamellare, questa scelta offre all’esterno una scansione visiva che mitiga notevolmente l’impatto dell’edificio nel suo insieme. La facciata ovest infatti è una successione di pieni e vuoti, dove i pieni sono i rivestimenti in zinco-titanio rosato e i vuoti sono vetrate a tutta altezza. L’alternanza materica avviene tagliando in due verticalmente ogni capriata. Qui la parete in zinco-titanio si inclina lievemente verso l’esterno creando lo spazio per gli ingressi e donando dinamismo al fronte.
Tra il Nuovo imbottigliamento, con le sue iconiche capriate in zinco-titanio rosato e vetro, e il padiglione della cantina si estende una sorta di piazza, che costituisce il centro ideologico della cittadella, un centro alberato che ha lo scopo di raccogliere gli operai, di accogliere i clienti, ma anche di dare respiro alla sequenza di fabbricati. Verso nord, dove l’edificio della cantina si inclina in pianta verso quello del Nuovo Imbottigliamento, i progettisti hanno realizzato una pensilina di 110 metri che pone l’accento sulla connessione tra i due momenti produttivi. La massiccia struttura nuda, dipinta di bianco, è un simbolico portale su uno spiazzo di 3000 metri per la movimentazione dei mezzi. I pilastri si allineano agli alberi esistenti proseguendone idealmente la traccia urbana.

Mara Corradi

Architects: Westway Architects (Luca Aureggi, Maurizio Condoluci)
Collaborators: Flavia Migliorini, Cecilia Pazzini, Francesco Danielli
Client: Santa Margherita Spa
Location: Fossalta di Portogruaro, Venezia
Structure design: Studio Alot - Marco Tobaldini
Impresa costruttrice: VRC – Veneziana Restauri Costruzioni
Light design: Eleber
Progetto paesaggistico: Niccolò Valmarana
Superficie utile lorda:
Cantina e Pensilina:  3300 mq
Nuovo Imbottigliamento: 5.800 mq
Inizio Progetto: 2008 – 2013 (cantina – vetrata vinificazione - pensilina)
Fine lavori: 2013 - 2017 (nuovo imbottigliamento)
 
PENSILINA – VETRATA VINIFICAZIONE – CANTINA
Strutture in acciaio: Bit Spa
Facciata vetrata (area vinificazione):  Serramenti Beltrame
Facciata edificio Cantina: rivestimento Zinco – Titanio VM-Zinc, posa Chiesura srl
Controsoffitto e Copertura Pensilina: Alubel, posa MDR srl
Progetto illuminotecnico: Eleber srl
 
EDIFICIO NUOVO IMBOTTIGLIAMENTO
Strutture in legno: Wolf System srl
Impianti: Deltati’ Srl
Serramenti: Essequattro (alluminio) esterni – profili Schuco
Facciata: rivestimento Zinco – Titanio VM-Zinc, posa Chiesura srl
Copertura: rivestimento Zinco – Titanio VM-Zinc, posa Chiesura srl
Progetto illuminotecnico: Marco Stignani
 
 
Photos by: © Moreno Maggi

www.westway.it

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×