13-09-2018

Stefano Boeri Architetti primo progetto a Tirana Cubo di Blloku

Stefano Boeri Architetti,

Tirana, Albania,

Edifici Commerciali, Centri Commerciali, Uffici,

Al via i lavori di costruzione del primo progetto realizzato a Tirana dallo studio Stefano Boeri Architetti è il Cubo di Blloku, un edificio polifunzionale che fa parte del master plan della capitale albanese firmato dallo stesso studio.



Stefano Boeri Architetti primo progetto a Tirana Cubo di Blloku

A Tirana sono iniziati i lavori dell'edificio polifunzionale Cubo di Blloku, prima costruzione realizzata dallo studio Stefano Boeri Architetti nella capitale albanese. Il progetto si inserisce nel piano regolatore “Tirana 2030” firmato sempre da Stefano Boeri Architetti con UNLAB e IND. Il nuovo edificio è situato nella parte centrale di Tirana, in uno dei quartieri più importanti della città il Blloku che da area militare del periodo postcomunista con accessi limitati e controllati è oggi diventata una importante zona della vita pubblica cittadina, trasformata dalla proliferazione di servizi, negozi, bar e ristoranti.
Il quartiere è costituito da una maglia di isolati regolari, il lotto all'incrocio tra le vie Pjeter Bogdani e Vaso Pasha è quello designato per il nuovo progetto di Stefano Boeri Architetti. La presenza dei due assi viari consente agli architetti di posizionare sulle due strade gli ingressi principali all’edificio, distinguendo quelli della parte commerciale da quelli destinati agli uffici.

Sfruttando la posizione d'angolo del lotto, gli architetti hanno progettato un volume a base quadrata, di circa 30 m per lato, con un angolo tagliato proprio in corrispondenza dell'incrocio tra i due assi viari Pjeter Bogdani e Vaso Pasha e dell'entrata principale dell'edificio. La soluzione crea una piazza semi coperta in quota con il marciapiede, la continuità del pavimento tra esterno e interno è un naturale invito per i passanti ad entrare nello spazio commerciale. Destinato all'area commerciale è anche il primo piano dell'edificio occupato da negozi. In corrispondenza dell'angolo tagliato al primo piano la facciata è inclinata per raccordarsi alla forma regolare della pianta che riprende dal secondo piano. All'interno la piegatura della facciata vetrata diventa un'area di sosta con un sistema di sedute a varie altezze appoggiate alla struttura della facciata e da cui osservare insoliti punti di vista sulla città. La diversa forma della pianta dei primi due livelli, rispetto ai successivi cinque, diventa una dichiarazione dell'eccezionalità di questi due piani rispetto al resto della costruzione. Osservando l'edificio dall'esterno diventa chiaro che nei primi due livelli si svolge una funzione diversa rispetto ai successivi cinque piani, destinati a uffici. Il settimo piano della costruzione ospita invece un Roof Garden Restaurant.

Gli architetti hanno progettato una facciata speciale per dare all'edificio un'identità forte, che lo rendesse immediatamente riconoscibile nello skyline cittadino, un landmark urbano con alte prestazioni termiche. La doppia pelle del Cubo è un sistema tecnologico costituito da una prima pelle in curtain wall, una facciata continua in vetro che isola termicamente e acusticamente l'edificio. La seconda pelle è invece un sistema sofisticato, uno schermo tecnologico in alluminio anodizzato che vibra e cambia colore a secondo delle condizioni atmosferiche grazie al sistema modulare che lo compone.

(Agnese Bifulco)

Cubo di Blloku - Edificio Poli-Funzionale
Architetti: Stefano Boeri Architetti 
Luogo: Tirana, Albania
Anno: 2017 – in corso
Cliente: INVEST SOCIETY shpk – project manager: Ermal Hasa
Consulenti: SCE Project, E.S.A. engineering, Albana Kocollari (ANK ARCHITECTS), ing. Helidon Kokona, ing Llambi Karamani (Xhenlux), ing, Petrit Hoxhaj.
Services: Concept design, progetto preliminare, progetto definitivo ed esecutivo, direzione artistica Tipologia: Architettura
Programma: Uso misto: negozi, uffici, parcheggio
Dati: Area di progetto: 1.116,80 mq; SLP: 6.052 mq
Gruppo di progettazione: Stefano Boeri (founding partner), Francesca Cesa Bianchi (project director), con Jona Arkaxhiu, Orjana Balla, Marco Bernardini, Agostino Bucci, Carlotta Capobianco, Moataz Faisal Farid, Yulia Filatova, Shilong Tan, Andrea Zucchi.
Immagini: © Stefano Boeri Architetti www.stefanoboeriarchitetti.net


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×