1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Richard Meier

Richard Meier

Richard Meier
Richard Meier nasce il 12 ottobre 1934 a Newark nel New Jersey Stati Uniti è un architetto americano noto per le sue raffinatezze e variazioni sui principi del Modernismo Classico: pura geometria, spazio aperto, enfasi sulla luce.
Influenzato da Le Corbusier, il lavoro di Meier è considerato come un fulgido esempio del “nuovo modernismo della seconda metà del Novecento” (Sacchi).

Richard Meier si è laureato presso la Cornell University  a Ithaca, New York. La sua prima esperienza includeva il lavoro con lo studio di Skidmore, Owings e Merrill a New York City e con Marcel Breuer, noto esponente dello stile internazionale dell' architettura. Nel 1963, Meier fondò la propria azienda. All' inizio ricevette il plauso della critica per la Smith House (1965-67) di Darien, Connecticut, il primo dei suoi cosiddetti edifici bianchi, chiaramente costruiti sul modernismo incontaminato del lavoro di Le Corbusier negli anni Venti e Trenta. Durante questo periodo ha costituito un'associazione con un gruppo di giovani architetti, noti come i "New York Five", che sostenevano un ritorno all' architettura modernista e razionale.

Ha ottenuto grande successo per la sua Douglas House (1971-73), un esempio archetipico del suo lavoro, situato a Harbor Springs, Michigan, in cui si palesano le influenze di Wright. Come gran parte del suo lavoro, è caratterizzato da piani intersecanti e, nella sua nitidezza geometrica, offre un netto contrasto con l' ambiente naturale che lo circonda.
Sulla base del successo della sua serie di spettacolari residenze private, a partire dalla metà degli anni Settanta Richard Meier cominciò a ricevere grandi commissioni pubbliche, tra cui l' Ateneo (1975-79) in Nuova Armonia, Indiana; il Museo delle Arti Decorative (1979-85) a Francoforte sul Meno, Germania; l' Alto Museo d' Arte (1980-83) ad Atlanta, Georgia; il Municipio e la Biblioteca (1986-95) all' Aia, Paesi Bassi.

Queste strutture sono caratterizzate da chiarezza e ordine geometrico, spesso scandito da rampe curve e ringhiere, e da un contrasto tra le superfici trasparenti e quelle cariche di luce degli spazi pubblici e le solide superfici bianche degli spazi interni privati. Tutti infatti, esaltano l’ideale di Richard Meier: "Sto espandendo ed elaborando quella che considero la base formale del movimento Moderno... Lavoro con il volume e la superficie, manipolo le forme in luce, i cambiamenti di scala e di vista, il movimento e la stasi..."
Anche se alcuni critici hanno trovato queste strutture troppo austere e che ricordano i risultati architettonici del passato, altri le hanno applaudite per la loro bellezza.

Dal 1985 al 1997 Meier ha focalizzato gran parte della sua attenzione sul Getty Center for the Arts and the Humanities di Los Angeles. Composto da sei edifici principali che ospitano la collezione Getty e le strutture didattiche, il centro è stato realizzato con travertini e completato da pannelli in alluminio. Le molteplici finalità del complesso - dalle gallerie pubbliche alle sale studio private - hanno permesso a Richard Meier di esplorare il contrasto tra spazi pubblici e privati come mai prima d' ora, e la collocazione sulle colline di Los Angeles ha permesso a Meier di esplorare al meglio gli effetti della luce.
La struttura successivamente è diventata una meta turistica popolare. Un altro dei progetti di Richard Meier a Los Angeles è Eli ed Edythe Broad Art Center (completato nel 2008), sede del programma di arti visive nel campus nord dell' Università della California, Los Angeles.

Meier ha ricevuto numerosi premi dall' American Institute of Architects (AIA) e da altre associazioni di architetti. Nel 1984 vince il Premio Pritzker Architettura e nel 1997 il Premio Praemium Imperiale per l' architettura della Japan Art Association.

Richard Meier opere e progetti famosi  
- Biblioteca di Storia dell’Arte, Università di Yale (USA), 2005
- Museo Frieder Burda, Baden Baden (Germania), 2004
- Sede centrale Canon, Tokyo (Giappone), 2002
- Museum of Television and Radio, Beverly Hills (USA), 1996
- Sede centrale della Swissair, Melville (USA), 1994
- Centro culturale, Ulm (Germania), 1993
- Museo d’Arte Contemporanea, Barcellona (Spagna), 1993
- Sede della stazione televisiva di Canal Plus, Parigi (Francia), 1993
- Municipio e biblioteca centrale, L’Aia (Olanda), 1993
- Museo di Arti Decorative, Francoforte (Germania), 1985
- High Museum of Art, Atlanta (USA), 1984
- Seminario, Hartford (USA), 1981
- Bronx Developmental Center, Bronx, New York (USA), 1977
- Complesso residenziale Twin Parks Northeast, Bronx, New York (USA), 1974
- Abitazioni unifamiliari a Essex Fells, Darien, East Hampton (USA), 1965-1969
 
 
Sito ufficiale
 
 

Correlati: Richard Meier

Architetti più visti

Richard Meier

19-11-2013

Richard Meier

Zaha Hadid

10-08-2015

Zaha Hadid

Bjarke Ingels - BIG

15-04-2014

Bjarke Ingels - BIG

Herman Hertzberger

24-05-2004

Herman Hertzberger

Sou Fujimoto

27-11-2009

Sou Fujimoto


Correlati

15-12-2017

Centenario dell'indipendenza e Architetture in Finlandia

Il 6 dicembre la Finlandia ha festeggiato i suoi primi 100 anni di indipendenza, le rendiamo...

More...

15-12-2017

Labics Città del Sole rinnovamento urbano a Roma

Un'attenta conoscenza e lettura del contesto e delle sue geometrie, è alla base di...

More...

13-12-2017

Mostre Maxxi Il gioiello contemporaneo e Beirut

Il Maxxi di Roma ospita due interessanti mostre: la prima dedicata alla città di Beirut...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy