11-09-2018

Kengo Kuma V&A Dundee Scozia

Kengo Kuma,

Alan Richardson, Rapid Visual Media, Hufton+Crow, Ross Fraser McLean,

Dundee, Scozia - UK,

Musei, Art Center,

Il 15 settembre aprirà ufficialmente al pubblico il nuovo museo di Dundee, in Scozia, il V&A Dundee progettato da Kengo Kuma. Le fotografie e video realizzati con droni e diffuse recentemente mostrano viste inedite del nuovo edificio progettato dall'architetto giapponese e ispirato alle scogliere scozzesi.



Kengo Kuma V&A Dundee Scozia

Il conto alla rovescia è ormai giunto al termine e dal 15 settembre il nuovo museo progettato da Kengo Kuma, il V&A Dundee in Scozia, sarà aperto al pubblico. Il reportage fotografico di Hufton + Crow unitamente alle fotografie e riprese video realizzate da Rapid Visual Media offrono nuovi punti di vista sull'edificio progettato dall'architetto Kengo Kuma e ispirato alle scogliere scozzesi.

Kengo Kuma ha ricevuto l'incarico di progettare il primo museo della storia del design scozzese a seguito del concorso internazionale indetto nel 2010. Lo studio giapponese ha superato la prima fase di selezione che ha ridotto a 6 i progetti finalisti ed è stato scelto all'unanimità dalla giuria, che ha esaminato anche le osservazioni degli oltre 15mila visitatori della mostra dedicata ai progetti. La richiesta dei committenti riguardava in particolare il recupero del rapporto tra Dundee e la sua storia marittima legata al fiume Tay.

È stato lo stesso architetto giapponese, Kengo Kuma, a raccontare come anche per questo suo primo progetto nel Regno Unito, l'ispirazione sia derivata proprio dal luogo. L'architetto ha visitato più volte la Scozia, innamorato del paesaggio e della natura locale ha tratto ispirazione per la sua architettura dalle forti scogliere della costa Nord-Est della Scozia, dove terra e acqua si fronteggiano da millenni generando forme mozzafiato.
"L'unicità di questo progetto per noi è nella posizione tra l'acqua e la città" ha dichiarato Kengo Kuma e per tradurre in elementi dell'architettura l'unicità geografica del sito ha progettato con il team di ingegneri di Arup una scogliera artificiale, un guscio esterno che contiene il museo costituito da quasi 2.500 pannelli in calcestruzzo prefabbricato.
Il legame con il sito naturale non fa dimenticare all'architetto l'importanza del rapporto con la città, è difatti è sempre Kengo Kuma a descrivere il museo come "un nuovo salotto per la città", un luogo in cui tutti si possano sentire benvenuti.
Un intento che ha determinato la forma dell'edificio, due piramidi rovesciate separate nella parte inferiore per formare un arco aperto. La forma permette di separare a pianoterra le funzioni rivolte al pubblico da quelle più private, gli alloggi del personale, gli spazi di conservazione ecc. Al livello superiore l'unità dell'edificio è ristabilita negli spazi espositivi ampi e continui. Il movimento a spirale impresso ai due volumi e ben visibile dall'esterno, nasce dalla ripresa dei due principali assi viari cittadini: Union Street e Discovery Point.
L'arco aperto che attraversa il centro del museo crea il collegamento visivo tra la città e il fiume, diventa la cornice ideale da cui guardare l'una dall'altro e viceversa. L'arco è anche un richiamo all'Arco Reale costruito nel 1844 in occasione della visita della regina Vittoria e del principe Alberto alla città.

Il nuovo museo diventa il punto di raccordo tra la città e il fiume Tay, ridando importanza a quella che è stata la storica via commerciale e principale fonte di crescita economica per Dundee. Il progetto si inserisce infatti in un più ampio masterplan di recupero dell'area. Accanto al museo si trova il nuovo parco pubblico, gli Slessor Gardens che ospiteranno musica dal vivo ed eventi, e la RRS Discovery, una nave costruita a Dundee che ha effettuato esplorazioni in Antartide dal 1901-1904 con Scott e Shackleton.

(Agnese Bifulco)

Lead Architect: Kengo Kuma & Associates kkaa.co.jp
Partners in charge: Kengo Kuma, Yuki Ikeguchi, Teppei Fujiwara
Project Architect: Maurizio Mucciola
Delivery Architect: PiM.studio Architects
Executive Architect: James F Stephen Architects
Structural/Maritime and Civil Engineer: Arup
Mechanical, Electrical, Fire and Acoustic Engineer: Arup
Façade Engineering: Arup
Lighting: Arup
Landscape Architect: Optimised Environments (OPEN)
Quantity Surveyor: CBA
Wayfinding and Signage: Cartlidge Levene
Principal Designer: Kengo Kuma & Associates / PiM.studio Architects
Principal Designer Advisor: C-MIST
DDA Consultants: C-MIST - James F Stephen Architects
Water Feature Specialist: Fountains Direct

Location: Dundee, Scozia - UK
Images courtesy of V&A Dundee photo by Alan Richardson, Ross Fraser McLean, Rapid Visual Media

https://www.vam.ac.uk/dundee


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×