Chiesa di San Giovanni Battista
Gabetti e Isola. Desio (Mi). 1999

21-02-2006
Il suo elemento più caratterizzante è la grande copertura in legno lamellare che raggiunge l'altezza massima in corrispondenza della parte centrale dell'aula liturgica: la Chiesa di San Giovanni Battista a Desio è frutto di un concorso ad inviti indetto nel 1994 e vinto dallo studio Gabetti e Isola, Isolarchitetti.

Particolarmente studiata anche l'illuminazione, per la quale sono state adottate soluzioni che favoriscono il passaggio della luce naturale, come nel caso delle grandi aperture rettangolari dell'aula e della disposizione a traforo dei mattoni sopra le lunette delle pareti laterali. Un ruolo di primo piano è svolto dalla grande copertura che definisce, con il suo andamento, anche l'altezza delle colonne più esterne. Un esempio, quindi, di come un elemento strutturale possa contribuire alla configurazione esterna di un'architettura.
Le due grandi falde trovano il punto di congiunzione lungo l'asse diagonale della pianta e la loro altezza varia dai 20 ai 3 metri. Per la realizzazione del tetto, i singoli pezzi sono stati costruiti e poi trasportati in cantiere, dove sono stati assemblati: una soluzione che ha avuto un buon riscontro in termini economici e di tempo.

Laura Della Badia

Intervista a Aimaro e Saverio Isola, Isolarchitetti
Opere
Biografia dello studio Isolarchitetti