17-04-2017

Poly WeDo: musica e istruzione secondo Archstudio

Archstudio, Archstudio - Han Wen-Qiang, Wang Ying, Li Yun-Tao,

Xia Zhi,

Pechino, Cina,

Asilo,

Vetro, Cemento, Verde, Legno,

A Pechino, nel centro commerciale Yongli, si trova una scuola di musica e arti perfomative per l'infanzia chiamata Poly WeDo. Archstudio, i progettisti cinesi che hanno pensato gli spazi della scuola, non hanno lasciato niente al caso, dall'acustica all'ambientalismo.



Poly WeDo: musica e istruzione secondo Archstudio

Poly WeDo è un nuovo centro educativo che punta a sviluppare la potenzialità dei bambini nella musica e nelle arti. I cinesi Archstudio sono stati chiamati a progettare la sede fisica del centro, all'interno del centro commerciale Yongli di Pechino.

Gli obiettivi di Archstudio, come quelli della committenza, erano molteplici: creare uno spazio aperto e collegato con la natura, con un'acustica studiata e che seguisse le norme di fonoassorbenza, adatto all'insegnamento e che incentivasse l'interazione tra gli studenti.

Poly WeDo include un'aula per la musica, classi per lezioni private, un teatro e una sala prove, oltre alla spaziosa e luminosa hall. L'intero spazio da l'idea di un "villaggio al chiuso", per la forte presenza di legno, di spazi aperti e di piante, alternate ai libri sugli scaffali che percorrono tutti gli ambienti. L'idea di Archstudio è quella di portare un panorama verdeggiante all'interno della scuola per dare l'idea di essere vicini alla natura anche se in uno spazio interno.

Francesco Cibati

Luogo: Chaoyang, Beijing, Cina
Area: 1300mq
Tipologia: Spazio educativo
Anno: 2016
Progetto: Archstudio – Han Wen-Qiang, Wang Ying, Li Yun-Tao
Fotografie: Xia Zhi

www.archstudio.cn


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy