07-12-2017

Piuarch IDF Habitat Headquarters Champigny-sur-Marne

Piuarch (Francesco Fresa, Germán Fuenmayor, Gino Garbellini e Monica Tricario),

Martin Argyroglo, Sergio Grazia,

Champigny-sur-Marne, Francia,

Headquarters, Housing, Uffici,

Cemento,

Un edificio dalla forte identità, un complesso efficiente e funzionale che fa parte di un ambizioso programma di riqualificazione è la sede centrale di IDF Habitat progettata da Piuarch, Stefano Sbarbati e Incet Ingénierie a Champigny-sur-Marne in Francia.



Piuarch IDF Habitat Headquarters Champigny-sur-Marne

A seguito di un concorso di progettazione del 2013, il team composto da Piuarch, Stefano Sbarbati e Incet Ingénierie ha progettato l’headquarters di IDF Habitat, società francese incaricata dello sviluppo dell'housing sociale a Champigny-sur-Marne, a 15 km da Parigi. Il nuovo edificio è un elemento importante del programma di riqualificazione dell'area, denominato “ZAC des Bords de Marne”, e coniuga l'alta qualità ambientale e attenzione al contesto con un sistema efficiente dal punto di vista funzionale ma flessibile nell'organizzazione degli spazi lavorativi.

Alla richiesta di un layout flessibile e modificabile nel tempo, gli architetti hanno risposto con una interessante strategia progettuale che ha riguardato da una parte il sistema costruttivo, basato su un involucro in calcestruzzo gettato in opera e solai alveolari prefabbricati, per liberare la pianta da appoggi intermedi come setti e pilastri. Dall'altra la forma a L per concentrare i percorsi degli impianti nel punto di incrocio tra le due ali e poi nel pavimento galleggiante. Infine la modularità della facciata che con finestre larghe 67,5 cm, disposte con un passo di 135 cm, ha reso facile la realizzazione dei nuovi allestimenti spaziali interni. Il tutto in un edificio che con la sua forma articolata, l'altezza variabile e il gioco di pieni-vuoti della facciata crea un confronto dinamico con le preesistenze e il contesto. Così ad esempio se da una parte disegna e definisce lo spazio collettivo della piazza dall'altra, sul lato sud – ovest, si presenta più compatto e con un ritmo serrato delle aperture verticali per garantire maggiore protezione all'irraggiamento solare e ai rumori provenienti dalla vicina ferrovia.

(Agnese Bifulco)

Progetto architettonico: Piuarch e Stefano Sbarbati
Progetto strutturale e impiantistico: Incet Ingénierie
Luogo: Champigny-sur-Marne, Francia
Fotografie: Martin Argyroglo, Sergio Grazia

www.piuarch.it


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy