02-06-2017

Niccolò Antonielli: Sicily

Niccolò Antonielli,

Fotografia

Il fotografo Niccolò Antonielli va oltre le mete e i paesaggi da copertina, per comporre un ritratto diverso, e anche più veritiero, della Sicilia attuale.



Niccolò Antonielli: Sicily Il fotografo Niccolò Antonielli va oltre le mete e i paesaggi da copertina, per comporre un ritratto diverso, e anche più veritiero, della Sicilia attuale. Andando ad esplorare angoli dell’isola che hanno poco a che fare con il turismo, nasce un reportage di architettura fuori dall’ordinario, ma che fa della “normalità” il suo soggetto principale.
Lo scopo di questo lavoro è quello di riuscire a ritrarre quella che Antonielli ritiene l’effettiva attualità siciliana. Un’attualità che non dipende dalla variabile tempo, ma dall’uso che l’uomo fa di diversi luoghi. Attuali sono spazi ed edifici appartenenti sì ad epoche differenti, eppure tutti legati insieme dalla quotidianità, dalle persone che ne fanno il teatro della vita di ogni giorno.
Agli occhi di Antonielli si può dire che non esista una precisa gerarchia. Ogni edificio, facciata, strada ha il compito di testimoniare l’effetto della relazione tra spazio e uomo. La grande diversità tra le fotografie contenute in questo reportage va ad accentuare la complessità del messaggio del fotografo.
Una simmetria perfetta di alcuni scatti si affianca ad inquadrature più composite. Ci si perde nei dettagli dei contrafforti di una chiesa, subito dopo in quelli di una facciata screpolata nel centro storico. Il formato utilizzato, un 16:9 orizzontale, più vicino alla rappresentazione video, non è un caso. Per Antonielli, difatti, la fotografia diventa quel “piccolo momento del video che scorre ogni giorno davanti ai suoi occhi”.
L’architettura, in questa sovrapposizione di stili, inquadrature e tecniche, rimane la costante in ogni immagine, sempre con qualcosa da trasmettere. Che si tratti di passato, presente o futuro non importa, perché per Niccolò Antonielli la Sicilia va letta così: come tanti fotogrammi di architetture, con le proprie storie da raccontare per chi ha la pazienza di fermarsi ad ascoltare.
Barbara Esposito  

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy